Telegram non elimina i tuoi media ed è più sicuro di WhatsApp

Telegram non elimina i tuoi media ed è più sicuro di WhatsApp

Dario


Nota: questa non è una risposta ufficiale di Telegram, ma solamente il contributo di un utente.

Alcuni utenti hanno notato come l’articolo di Tecnoandroid.it, con lo scopo di confrontare le principali caratteristiche tra WhatsApp e Telegram, contenga diverse inesattezze.

TELEGRAM NON ELIMINA LE TUE CHAT O I MEDIA SCAMBIATI IN AUTOMATICO!


L’autore dell’articolo scrive che uno dei principali vantaggi dell’utilizzo di WhatsApp consista nel fatto che permette di mantenere i messaggi e i media salvati sul dispositivo dove l’applicazione è in uso, evitandone la perdita o la cancellazione automatica. Al contrario, secondo lui, telegram cancellerebbe tutti i media in automatico ogni sette giorni.


Ciò che Telegram consente di eliminare in automatico ad intervalli impostati non sono i messaggi e i media, ma solamente la cache degli stessi al fine di liberare memoria sullo smartphone, mantenendoli comunque accessibili. Con Telegram, non hai bisogno di accumulare i file multimediali di tutta la vita sul tuo dispositivo. Se rimuovi i dati di Telegram dalla cache locale del tuo dispositivo, verranno riscaricati dal cloud tutte le volte che vuoi accedervi di nuovo. Questo significa che non perderai nulla, e Telegram occuperà sempre pochissimo spazio.

Diversamente WhatsApp richiede che chat e media siano sempre salvati sul dispositivo affinché non vengano persi. Ne consegue un utilizzo di memoria sullo smartphone spesso non trascurabile.


Inoltre di default il parametro per l’eliminazione della cache è impostato in modo da non eliminarla mai. Affinché l’operazione avvenga ogni sette giorni (valore riportato dall’articolo) occorre che l’utente lo modifichi volontariamente.



TELEGRAM HA DUE TIPI DI CRITTOGRAFIA.


Sul pezzo in esame si legge anche come WhatsApp sia ritenuto vincente in fatto di sicurezza poiché presenta una crittografia di tipo end-to-end; le chat cloud di Telegram hanno una crittografia client-server.


Il fatto che le chat cloud di telegram abbiano una crittografia client-server è vero e ciò presenta molti vantaggi. Allo stesso tempo però Telegram dispone anche delle “chat segrete”, dove la crittografia è di tipo end-to-end.

Con le chat segrete non c’è bisogno di fidarsi di Telegram, ma è necessario solamente controllare il codice sorgente del client e la chiave mostrata. Il server non sarà in grado di interferire. Infatti i client Telegram, a differenza di quelli WhatsApp, sono opensource. Per questo motivo il comportamento è trasparente e il livello di sicurezza maggiore. Non è possibile analizzare ciò che fa il client WhatsApp fa in quanto il codice non viene rilasciato.


Per quanto riguarda sempre l’impossibilità per il server di leggere i messaggi c’è un ulteriore punto da considerare: le chat segrete di Telegram non consentono nessun tipo di backup. WhatsApp, al contrario, lo permette sui server Google e Apple (senza nessuna crittografia secondo eff.org). E' possibile disattivarlo, ma solo per se stessi: non vi è modo di sapere se l’utente con cui si chatta lo abbia attivo o meno.