Net Neutrality

Net Neutrality

DAZ for Daz Blog_✍

Premessa: non essendo un esperto del settore mi sono attenuto alle parole di @MrDzDm (che ringrazio tantissimo) e di siti di informazione/enciclopedie online quali Wikipedia o il Sole 24h: ogni fonte è stata riportata

Che cos'è?

La neutralità della rete è un principio giuridico, riferito alle reti che forniscono accesso a Internet, servizi telefonici e trasmissioni televisive. Viene ritenuta "neutrale" una rete priva di restrizioni arbitrarie sui dispositivi connessi (servizi e contenuti) e modificando il modo in cui essi operano.

[Fonte] dell'informazione, articolo di Wikipedia


Come funziona?

Per capire meglio come funziona e come è nata vi lascio alle parole di Tim Berners-Lee creatore del World Wide Web (www):

Vent'anni fa, gli inventori di Internet progettarono un'architettura semplice e generale. Qualunque computer poteva mandare pacchetti di dati a qualunque altro computer. La rete non guardava all'interno dei pacchetti.

[...] Provai a rendere la tecnologia del web una piattaforma al contempo universale e neutrale, e ancora oggi moltissime persone lavorano duramente con questo scopo. Il web non deve assolutamente discriminare sulla base di hardware particolare, software, rete sottostante, lingua, cultura, handicap o tipologia di dati.

Chiunque può scrivere un'applicazione per il Web[...]. La neutralità della rete è questo:

Se io pago per connettermi alla rete con una certa qualità di servizio, e tu paghi per connetterti con la stessa (o una migliore) qualità di servizio, allora possiamo iniziare una comunicazione con quel livello di qualità.

Questo è tutto. I fornitori di accesso ad internet (ISP) hanno il compito di interagire tra loro affinché questo avvenga.

La neutralità della rete NON è chiedere l'accesso ad internet gratuito.

La neutralità della rete NON è affermare che qualcuno non dovrebbe dover pagare di più per una maggiore qualità di servizio. È sempre stato così, e sempre lo sarà.

[Fonte] dell'informazione


Cosa è successo in America?

La Federal Communications Commission (Fcc), l'authority americana per le telecomunicazioni, ha votato la misura sulla “net neutrality”. Giovedì si è riunita la Fcc per votare su un ordine del giorno che mira a cancellare le modifiche approvate sotto la presidenza di Barack Obama, le quali avevano imposto l'obbligo di non violare la net neutrality. Donald Trump si è espresso e il provvedimento è stato approvato, la conseguenza: sarà eliminata qualsiasi tipo di regolamentazione per le compagnie. Questo in quanto all'interni della Fcc erano presenti ai vertici dei fedeli del leader americano che hanno ribadito che la regolamentazione imposta ai tempi di Obama ha avuto l'effetto di deprimere gli investimenti nel settore, anche se i dati non segnalavano nulla di tutto questo.

Fonte dell'informazione: Sole 24h


Perché lo hanno fatto?

Ovviamente per soldi: senza la net neutrality le società di telecomunicazione, i fornitori di internet, avranno più libertà nel gestire il traffico e potranno plasmare delle offerte rendendo alcuni contenuti prioritari a pagamento. In poche parole saranno le compagnie a gestire su quali siti possiamo andare e quali no e con quale velocità, potrebbero anche decidere che per andare su Google o su YouTube o su qualsiasi sito o applicazione che utilizzi una connessione internet bisognerà pagare un supplemento, rendendo anche ciò che prima era accessibile a tutti e gratuito a pagamento.