Collaboriamo per il nostro cibo

Collaboriamo per il nostro cibo

Redazione Ciboprossimo


Fare la spesa di prodotti locali provenienti da produttori agricoli e artigianali che conosciamo, regolarmente e in un luogo vicino a casa, è un ottimo punto di partenza per collaborare con attività quotidiane alla transizione ecologica e sentirci ancora in grado di contribuire alla conservazione del pianeta.

Abbiamo bisogno di alimentari di prossimità e botteghe, mercati contadini, ristoranti, comunità che supportano l'agricoltura, cooperative di comunità. Operatori che rendano possibile la nostra azione:Soggetti in grado di catalizzare la domanda e aggregare l'offerta.

Quindi non vogliamo proporre l'ennesimo e-commerce delle eccellenze gastronomiche italiane, ma invitare a usare strumenti che ci aiutino a costruire, o a partecipare, al sistema di prossimità che meglio si adatta al contesto in cui ciascuno di noi vive o lavora.


Se abbiamo suscitato il tuo interesse ecco i 4 passi da fare per soddisfare la tua curiosità


1) Usi già Telegram? Se si procedi al punto 2, altrimenti scaricalo

Perché proprio Telegram? 


2) Su Telegram avvia @CiboprossimoBot e usalo per conoscere gli operatori prossimi a te e per entrare in contatto con loro   

Come si usa il bot?


3) Se sei un operatore, crea la rete "dialogando" con con il bot: conoscerai altri operatori (produttori, trasformatori, botteghe, ristoranti...) che potranno diventare tuoi fornitori o clienti e ti farai conoscere

Come faccio a segnalare la mia attività?


4) Se sei un operatore, gestisci la tua offerta di vendita o i tuoi ordini di acquisto  in modo rapido e costruttivo grazie a una applicazione web dedicata

Cos'è il Mercato di Ciboprossimo?