Uscire dalla simulazione: contatto con entità in LIVE TV, Injection Pulling Experiments e il cervello come motore di gioco

Uscire dalla simulazione: contatto con entità in LIVE TV, Injection Pulling Experiments e il cervello come motore di gioco

algekalipso - Traduzione: Benway

Contatto con entità in LIVE TV

Possiamo sostanzialmente supporre che una certa percentuale di persone che hanno fumato la DMT crederà di aver contattato esseri indipendenti dalla mente. Questo è probabilmente il risultato di allucinazioni, ma il realismo ingenuo e la propensione ad interpretare l'esperienza intensa e dettagliata come "più reale della reale informazione esterna" sono così profondamente radicati che possiamo prendere atto che il 50% o + delle persone non saranno in grado di scavalcare il loro sentimento della presenza di un'entità con inebriante rigore filosofico epistemico lanciandosi in discussioni sulla freccia pseudo-temporale, strutturalismo di valenza o realismo indiretto della percezione.

Così ho suggerito di organizzare un evento "Break Out of the Simulation Day". Quel giorno avremmo avuto, su LIVE TV, persone che si facevano di DMT cercando di contattare gli alieni. La telecamera sarebbe passata da una persona all'altra assicurandosi sempre che chiunque avesse avuto il microfono stesse attualmente raggiungendo il picco DMT.

Quindi se gli Elfi DMT sono esseri senzienti indipendenti dalla mente e vogliono inviare un messaggio coerente all'umanità, allora quello sarebbe il momento e il luogo per farlo. Avrebbero tutta la nostra attenzione.

Forse è irragionevole aspettarsi che gli elfi DMT inviino un messaggio coerente quando, sorpresa sorpresa, si trovano all'improvviso su LIVE TV. Secondo le persone che hanno provato più volte la DMT e credono che ti metta in contatto con altre dimensioni (cfr. 600 rapporti di viaggio della DMT di Dick Khan) c'è un intero ecosistema di entità da contattare, ognuna con doni, poteri, intenzioni speciali, e stili. Ci sono giullari, robot, grigi, arconti, angeli, demoni, commercianti di astronavi alieni usate (quelli sono i peggiori), ecc. Ci sono intere categorie di entità il cui unico scopo è convincerti che sei morto, o che sei in una simulazione, o che il governo è fuori per prenderti. Altre entità invece ti mostrano come usare il suono per creare forme-pensiero e poi ci sono quelli a cui piace discutere con te dell'impatto che i Greci e gli Aztechi hanno avuto sull'estetica dei rettiliani (cioè storici dell'arte interdimensionali) . Non puoi aspettarti di essere fortunato e ottenere un'entità DMT ragionevole che (1) capisca cosa sta succedendo e (2) ha buone intenzioni per l'umanità. Forse ci apriremo all'influenza di entità incompetenti e tanto peggio, lo faremmo su LIVE TV!


Test dell'esistenza indipendente dalla mente delle entità DMT

Ok, quindi forse trasmettere in televisione l'esperimento è una cattiva idea. Chiediamoci: quali sono i modi principali per provare l'esistenza indipendente delle entità DMT? In che modo i ricercatori seri affronterebbero questo problema? Per quanto ne so, ci sono tre grandi categorie di metodi:

  • Basato su PSI (chiedendo alle entità di dire qualcosa sul mondo che non avresti modo di sapere altrimenti)
  • Basato sul calcolo (far loro risolvere un problema che richiede molto più potere computazionale di quello che è disponibile per te solo con il tuo cervello)
  • Basato su interferenze quasi-fisiche (entità in grado di far letteralmente esplodere, scuotere, vibrare, eccitare o inibire il tuo corpo o sistema nervoso in modi impossibili da fare da soli)

La categoria basata su Psi è la più nota e include test quali: (a) chiedere alle entità cosa stanno facendo i tuoi familiari in questo momento, (b) farti dire cosa c'è dentro una scatola sigillata, (c) fargli prevedere quali saranno i numeri della lotteria di domani e così via. Molte persone affermano di aver appreso preziose informazioni dalle entità DMT, ma devo ancora vedere rapporti credibili di test positivi di questo tipo.


La categoria basata sul calcolo è forse meglio esemplificata dal suggerimento di Marko Rodriguez di far calcolare alle entità un numero per te impossibile da calcolare a mente. Questo metodo è stato reso popolare dal famoso racconto di Scott Alexander, Universal Love, Said the Cactus Person, e in seguito Gwern ha fatto una stima del costo di un simile esperimento. Si scopre che testare l'ipotesi in questo modo potrebbe essere economico, sui mille dollari (nel 2015). Sfortunatamente, questo test è molto difficile da condurre (dire 200 cifre mentre sei in DMT e memorizzare serie di numeri con dozzine di cifre che gli elfi ti restituiscono in quanto risposta non è un compito facile). Quindi altri problemi difficili da calcolare, ma facili da articolare e da memorizzare rapidamente, potrebbero adattarsi meglio in questo caso. Prevedo che è solo questione di tempo prima che qualcuno provi seriamente una variante di questo metodo e riferisca i risultati online. Vorrei solo avvertire che, a seconda del compito computazionale selezionato, si potrebbero scoprire inavvertitamente nuove applicazioni computazionali dello stato DMT piuttosto che provare l'esistenza di entità DMT indipendenti dalla mente. Dopotutto stati di coscienza insoliti possono avere compromessi computazionali unici. Vedi ad esempio: Pensare in numeri, Come comunicare segretamente con le persone in LSD e la discussione sulle possibili applicazioni per la ricerca matematica dello spazio fenomenico iperbolico divulgate durante l'intossicazione da DMT. In effetti non sarei sorpreso di scoprire se nel 2100 molte delle più importanti scoperte matematiche avvenissero nei centri di ricerca sulla coscienza grazie ad aver identificato stati di coscienza capaci di rendere oggetti matematici esotici e le loro possibili trasformazioni capibili. Quindi, prima di concludere che l'elfo DMT ha risolto il tuo problema dal punto di vista computazionale, sarebbe importante escludere che non sei stato tu (o la tua versione piena di DMT) a risolvere il problema grazie a nuove varietà di qualia divulgate solo in tale stato. Detto questo, questa preoccupazione si applica solo a compiti di calcolo che non sono estremamente difficili. Se un'entità DMT può calcolare un numero di 3000 cifre in 10 secondi, allora potremmo effettivamente ragionevolmente concludere che esiste in modo indipendente dalla mente.


Ora il 3° approccio è sia il più probabile che funzioni nella pratica, sia il più spaventoso. Ecco perché recentemente ho ricevuto rapporti di viaggio da psiconauti razionali che hanno preso DMT centinaia di volte e sembra chiaro che ci sia un vasto numero di spazi di stato qualitativamente distinti divulgati da questa sostanza. Una di queste risposte idiosincratiche relativamente rare ha attirato la mia attenzione e penso che meriti un più attento controllo scientifico. Vale a dire ho ricevuto segnalazioni che quando lo psiconauta è stanco o ha bevuto (perché qualcuno oserebbe prendere la DMT mentre è ubriaco è al di là di me, ma per la scienza, immagino, qualcuno l'ha già fatto) c'è un diverso tipo di esperienza di natura piuttosto spiacevole che si svolge. Questo tipo di esperienza DMT viene descritto come entrare in contatto con i "livelli inferiori del piano astrale" in cui vivono le forme di vita eteriche parassitarie (non le mie parole). Durante una simile esperienza si potrebbe pensare che questi esseri "agitano" il sistema nervoso senza chiedere il permesso di farlo. E questo viene fatto in modo tale che il tuo corpo possa letteralmente alzarsi e ballare, come se fosse posseduto da uno spirito, senza il tuo controllo cosciente. In una presentazione meno estrema di questo fenomeno le entità sembrano scuotere le estremità, che ti piaccia o no. Ad esempio, in uno di questi viaggi, qualcuno ha descritto di aver avuto il braccio tirato e scosso da una specie di demone, mentre allo stesso tempo forme di vita insettoide strisciavano dentro il suo corpo, su per le nelle vene. Inutile dire che questa è un'esperienza profondamente spiacevole, senza dubbio, ma forse è anche una delle più empiricamente testabili del gruppo.


Injection Pulling Experiments

L'idea generale sarebbe quella di collegare una persona a un ELETTROENCEFALOGRAMMA (o addirittura farle una risonanza magnetica se possibile) al fine di determinare se il "jittering" sperimentato è generato endogeno o esogeno.

Come potremmo farlo? Facciamo un passo indietro per un secondo e ricordiamo lo studio di Selen Atasoy sull'influenza dell'LSD sulle onde armoniche specifiche del connettoma del cervello. Le onde armoniche specifiche del connettoma (CSHW) sono le "modalità risonanti naturali" di un dato cervello. Con questa analisi si può caratterizzare un dato "stato del cervello" come una somma ponderata di tali modalità risonanti. A sua volta si può quindi vedere come l'LSD influenza il proprio stato cerebrale analizzando i CSHW mentre si trova sotto la sua influenza. A quanto pare, ci sono tre effetti principali dell'LSD: (a) un aumento complessivo della potenza di tutti i CSHW, (b) le armoniche a frequenza più alta ottengono ancora più potenza rispetto a quelle a frequenza più bassa, e (c) il repertorio di possibili stati aumenta drasticamente, il che significa che i CSHW che di solito non si verificano hanno più probabilità di essere contemporaneamente attivi durante l'LSD.

La cosa da sottolineare è che l'LSD in questo caso non cambia le modalità armoniche del cervello; cambia semplicemente la distribuzione di energia su quelle armoniche. D'altra parte, in linea di principio, potremmo immaginare che se lo stato cerebrale del “contatto con entità DMT” non è puramente un'allucinazione scopriremmo invece che tale stato ha un “modello armonico non nativo” distinto. E questo si manifesterebbe sotto forma injection pulling e firme di blocco dell'injection pulling negli schemi ricostruiti dell'attività cerebrale dai dati di neuroimaging.

È possibile un'analogia con uno strumento musicale: supponi che il tuo cervello sia uno strumento musicale e che le note suonino come quelle di una chitarra. In questa analogia, l'assunzione di LSD comporterebbe un aumento del volume di ciascuna nota (e specialmente così per le note più alte) aumentando al contempo l'intervallo di possibili combinazioni di note. In altre parole, mentre l'LSD cambia ciò che puoi suonare con la chitarra, non cambia il fatto che stai suonando una chitarra. Cioè, gli stati cerebrali prodotti dall'LSD possono essere spiegati come diverse configurazioni di schemi vibratori altrimenti nativi. Al contrario se il contatto con l'entità DMT coinvolge una fonte di energia esterna con le proprie modalità di risonanza caratteristiche, lo stato del cervello che ne risulta sembrerebbe avere modelli vibratori non nativi. Sarebbe come avere una chitarra che produce i suoni di un sassofono. Sapresti che da sola non è fisicamente in grado di produrre tali suoni e che quindi viene influenzata esternamente in qualche modo.

Una tale analisi potrebbe rivelare che il sussulto del sistema nervoso che si sperimenta in quelle esperienze DMT idiosincratiche è meglio spiegato con un modello di injection pulling e di un metronomo esterno che segna il ritmo. A sua volta ciò implicherebbe che il cervello non sta semplicemente allucinando una scena, ma piuttosto, è influenzato da un metronomo esterno. Ora, sarebbe una scoperta innovativa scientificamente solida e forse è così inquietante che tutti preferiremmo dimenticarla piuttosto che contemplarne le implicazioni.

Ora, c'è sempre la possibilità di interpretare tutte le insolite esperienze fenomeniche sulla DMT con un quadro scientifico secolare che esclude le entità da altre dimensioni. Al Qualia Research Institute i framework che utilizziamo per spiegare tali esperienze insolite coinvolgono ciò che chiamiamo riduzioni algoritmiche, vale a dire l'identificazione di una piccola serie di strutture di dati e fasi di elaborazione delle informazioni che, se messe insieme, sono in grado di generare il vasto zoo di effetti emergenti complessi. Il vantaggio di questo approccio è duplice. Innanzitutto evitiamo un eccesso di adattamento minimizzando la complessità delle informazioni del modello (poche strutture di dati e poche operazioni sono un quadro esplicativo molto più parsimonioso delle interpretazioni spirituali o atomistiche ad hoc). In secondo luogo ci consente di generare previsioni come la possibile esistenza di stati fenomenali esotici che non sono stati ancora riportati in letteratura. In effetti verificare che le sue previsioni siano accurate è un modo per convalidare una riduzione algoritmica.

Nel caso della DMT abbiamo modelli di riduzione algoritmica che spiegano le proprietà insolite dello spazio e il loro esotico tempo fenomenico associato. Fornire spiegazioni convincenti per lo spazio e il tempo esotici che si possono sperimentare in un tale stato è fondamentale, riconosciamo che questo è ancora un primo passo. Ammetto che tali modelli non vanno ancora abbastanza lontano. Dobbiamo ancora spiegare la natura e il carattere insolito delle esperienze di "contatto con entità". Quindi cosa ne facciamo di loro?


Il cervello come motore di gioco

La nostra ipotesi migliore, per il momento, implica la riformulazione della natura dello spazio-stato della coscienza per includere uno strato di "parametri di gioco". Questo è stato menzionato per la prima volta nel saggio "Harmonic Society":

Considera cosa succede quando qualcuno prende l'LSD. Molte persone si aspettano che possano semplicemente provare nuove sensazioni come colori più brillanti, pattern o sinestesia. Questo è vero fino a un certo punto, per dosi leggere. Ma a dosi medie, oltre ad esplorare lo spazio-stato delle configurazioni sensoriali, si sperimenta anche una nuova estetica, che questo modello definirebbe come modi di organizzare molte sensazioni in modi che sembrano giusti. Inoltre l'estetica è anche un modo per fornire sensazioni disinibite in un modo chiaro a livello dell'intera esperienza, di momento in momento. La maggior parte delle persone non ha idea che qui ci sia un vasto spazio di possibilità. A dosi più elevate le persone sono sorprese di trovare un modo ancora più generale di esplorare lo spazio-stato della coscienza. Vale a dire si istanziano giochi alternativi. La "vibrazione" DMT che le persone segnalano può essere considerata più di un "cambio di contesto". È, piuttosto, un cambiamento radicale che potremmo descrivere come un "cambio di gioco". Il "giullare" di cui la gente parla riguardo alle esperienze DMT è un archetipo che la mente usa per segnalare la qualità di "violazione delle regole" dello stato. C'è così tanto da fare che la propria esperienza si divide in più giochi contemporaneamente, cercando di trovare un terreno comune e questa sensazione di incompatibilità del gioco sembra molto aliena. Una sorta di sistema anti-virus nella mente viene attivato a quel punto ed etichetta l'incoerenza con una sensazione di stranezza in modo che tu sappia di non aggiornare le tue azioni in base all'esperienza (attualmente incoerente a livello globale) di più giochi sovrapposti. La violazione delle regole attraverso rapidi cambiamenti nei giochi impliciti di stato sociale ti induce a interpretare ciò che sta succedendo con interessi estremi. Interagire con Alieni, Dei, Elfi, ecc. sembra il limite superiore del potenziale trasferimento di status sociale che la tua simulazione del mondo offre (come incontrare un presidente o un re). Lo spazio-stato della coscienza contiene tutti questi giochi e metagiochi alternativi, e non abbiamo nemmeno iniziato a catalogarli.

- Harmonic Society (3/4): Art as Exploration-Space Exploration and Energy Modulation Parameter


In altre parole prendere DMT non ti spinge semplicemente verso altre regioni dello spazio sensoriale, ma ti consente anche di accedere a un'estetica alternativa e configurazioni di gioco. Se pensi al tuo cervello non solo come uno strumento di elaborazione sensoriale, ma in realtà come una sorta di motore di gioco di alto livello, rendendoti conto che Dio e il Diavolo possono essere reali nella tua esperienza, dimostra che il cervello può rendere possibili personaggi per questi giochi. In tal caso alla fine scopriremo che il cervello afferma le entità DMT, per quanto esotiche, come ancora prodotte combinando le modalità risonanti native del proprio sistema nervoso. Non è necessario invocare l'injection pulling neuronale dal piano eterico.

È da notare che tale paradigma di "Game Engine" farebbe molto per spiegare esperienze insolite come le allucinazioni in cui si diventa in grado di controllare quasi tutte le caratteristiche della propria esperienza con un incredibile livello di dettaglio. In effetti possiamo descrivere uno stato di allucinazione come avere accesso ad un editor di esperienze.

Quando si ottiene l'accesso alla radice dei parametri della propria simulazione del mondo interiore è probabile che ci si concentri sulla creazione di esperienze interamente piene di divertenti super-stimoli. Se ciò implichi mondi sessuali o prove dell'esistenza di un Dio benevolo potrebbe essere una funzione di ciò che si brama di più. L'intensa preoccupazione per la teodicea ("giustizia di Dio" ndt) e la natura della morte durante l'assunzione di droghe psichedeliche potrebbe avere qualcosa a che fare con la capacità di cambiare i parametri più essenziali della propria simulazione del mondo interno. Dopotutto se "vivere in un mondo" in cui Dio esiste ed è amorevole è più divertente dell'alternativa, i propri algoritmi di massimizzazione edonica proverebbero a "rendersi conto che è la verità" se gli fosse data la possibilità di forgiare prove. Lo stesso potrebbe succedere con le entità DMT per un mondo in cui la DMT è una tecnologia di portale interdimensionale molto più interessante (o almeno drammatica) rispetto all'alternativa.

Alla fine lo studio delle esperienze sulla DMT non ha bisogno di coinvolgere il contatto effettivo tra entità per avere un profondo significato per la scienza della coscienza. Se pensi al tuo cervello come ad un "qualia machine engine", la DMT è il miglior (o il secondo miglior) carburante che ci sia. Esistono vaste regioni dello spazio-stato della coscienza a cui è possibile accedere solo con la DMT, molte delle quali contengono qualia estremamente interessanti dal punto di vista computazionale, e molte altre che contengono stati intrinsecamente preziosi (ovvero mondi del cielo). Se, oltre a ciò, consente anche agli esseri interdimensionali di operare un'injection pulling sulle tue armoniche cerebrali potremmo pensare che sia una ciliegina sulla torta.


Link all'originale