"Primum non nŏcēre"

"Primum non nŏcēre"

vcn -

Sara Cunial

Ieri alle 17:32 · 

"Primum non nŏcēre" in genere è uno dei principi che si insegnano al primo anno di medicina. Insieme a un altro principio - quello di precauzione - che dovrebbe essere guida non solo dell’azione medica ma anche di quella politica, soprattutto per quanto riguarda le questioni scientificamente controverse.

Perché, sebbene negli ultimi tempi la scienza sia stata sbandierata come una fede, professata da qualche santone in camice bianco con la verità in mano e condita da anatemi, scomuniche e radiazioni, le questioni scientificamente controverse esistono e la sicurezza dei vaccini ad oggi è una di queste. 

Lo dimostrano non solo una legge dello Stato che regolamenta «l'indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni», nonché le conclusioni della Commissione parlamentare d'inchiesta sull'uranio impoverito, ma anche diversi studi scientifici tra cui quelli pubblicati sul numero di settembre 2018 del giornale dei biologi. Non una rivista qualsiasi.

Leggere quelle pagine e intavolare una seria discussione sull’argomento sarebbe stato molto utile, sia per chi si occupa della della salute dei suoi cittadini, sia per chi si occupa della loro tutela. Purtroppo, come spesso accade sui temi che riguardano tante persone e tanti interessi, si è preferito fomentare lo scontro e screditare chi scientificamente ha portato dubbi e dimostrato criticità. Io nel merito ho presentato un’interrogazione al Ministero competente sperando che almeno nelle sedi opportune il discorso si possa affrontare senza tifoserie.

La potete leggere qui ---> http://aic.camera.it/aic/scheda.html…








-----------------------------------------------

https://www.facebook.com/saracunial.m5s/posts/241909359820622