Lesplosivo Piano Di Bazil

Lesplosivo Piano Di Bazil

fabiuthe




L'esplosivo Piano Di Bazil

http://urllie.com/ol5su






















Il regista francese Jean-Pierre Jeunet segna il suo ritorno nel mondo del cinema questo fine settimana con Micmacs. Per quelli di voi che non hanno familiarità con i precedenti lavori di Jeunet, è probabilmente più noto per la sua bontà zuccherosa di un film che è Amélie. Con Micmacs, Jeunet dimostra di non aver perso il suo tocco. <br/> <br/> Iniziamo il film con un gruppo di uomini nel deserto. Ogni uomo è vestito con il suo miglior abbigliamento da bomba e sta pettinando una striscia di sabbia perché le mine terrestri si diffondano. Ci concentriamo su un uomo mentre individua e dissotterra con attenzione una singola mina. Proprio mentre comincia a diffonderlo, siamo trattati a lungo da tutti gli uomini che lavorano mentre il nostro amico esplode. Il film scivola via da questa scena alla moglie e al figlio dei defunti mentre vengono informati della sua morte. Attraverso numerosi salti, siamo in grado di vedere che questo evento influenzerà l'intera vita del ragazzo. In seguito, effettuiamo il fast-forward in un piccolo negozio di noleggio video nell'attuale Francia. Bazil (Dany Boon), il ragazzo che abbiamo incontrato in precedenza, ora è completamente cresciuto e lavora nel negozio di video. Bazil è presentato come un uomo semplice e un po 'felice con un amore per il cinema. Recita amorosamente le battute del film che osserva abbinando perfettamente la cadenza. Allo stesso tempo, un inseguimento in auto ad alta velocità si riversa nel suo mondo. Mentre l'inseguimento passa accanto al negozio di video, Bazil corre fuori per vedere il trambusto. Proprio mentre esce dal negozio, un proiettile vagante vola fuori dal film d'azione che si svolge fuori e lo colpisce alla testa, ferendo, ma senza ucciderlo.Viene trasportato in un ospedale dove il medico decide che non ha voglia di subire l'intervento chirurgico e lascia il proiettile nella testa di Bazil. <br/> <br/> Mentre Bazil tenta di tornare alla sua vita, scopre che tutto si è spostato senza di lui. Il suo appartamento è stato affittato a qualcuno di nuovo e il suo lavoro è stato affidato a una ragazza carina che gli ha dato il bossolo che si trovava in strada, i resti del momento che ha cambiato tutto. Bazil cerca di vivere una vita normale, cercando disperatamente di cavarsela. È presto preso da un gruppo di eccentrici che agiranno come sua famiglia. Mentre raccoglie spazzatura, nota un edificio che reca lo stesso simbolo che si trovava sul bossolo. Poi guarda dall'altra parte della strada e vede il simbolo che si trovava sulla mina che ha ucciso suo padre. Il resto del film segue quindi Bazil e il suo gruppo mentre cercano di abbattere entrambe le società. <br/> <br/> La prima cosa da dire su questo film è quanto è bello. Jeunet dimostra che un grande cineasta è davvero un artista in quanto ogni scatto è più bello dell'altro. Lo spettatore non è mai consapevole di quanto velocemente il film si muove spesso. Nonostante numerosi tagli di salti, una firma di Jeunet, il film sembra molto liscio, evitando in qualche modo la sensazione che il film sia stato montato da un bambino con ADD su uno zucchero che spesso si verifica con questa tecnica. Tuttavia, il film ha i suoi difetti. <br/> <br/> C'è un piccolo sviluppo del personaggio nel film. Il personaggio più ben sviluppato, nessuna sorpresa, è Bazil. I personaggi periferici sembrano tutti battute di una nota che sono semplicemente lì per aiutare sia la storia che Bazil ad andare avanti. Posso onestamente dire che non posso nominare nessuno degli altri personaggi del film, spesso riferendomi a The Mother Figure, The Bendy Chick e That Human Cannonball Guy solo per citarne alcuni. Del gruppo eccentrico con cui corre Bazil, ognuno ha la sua stranezza con poco o nessun sviluppo passato. Ci si aspetta che lo spettatore accetti queste stranezze e non approfondisca i personaggi. Non c'è davvero un personaggio tridimensionale nel film. <br/> <br/> Micmacs è decisamente divertente e finisce in un modo che ti lascerà sorridere. Il film è una festa per gli occhi nonostante la mancanza di sviluppo del personaggio. Se ti piace Amélie, ti piacerà Micmacs. Dopo cinque lunghi anni, è bello poter rientrare nel mondo della fantasia di Jeunet.
Qualunque cosa faccia Jeunet e la sua squadra, voglio vedere. Il ragazzo ha una serie unica di talenti che pochi o nessun altro regista vive. <br/> <br/> Possiede un'immaginazione unica, che investe e costruisce ciascuno dei mondi cinematografici che propone. Quei mondi sono bizzarri, sempre bizzarri, come uno spettacolo di mostri vittoriani, ma dove ti identifichi con il mostro. Questo è investito nei personaggi e nelle loro azioni. Qui è anche applicato al mondo fisico. Il rifugio di una squadra di supereroi dispari è un set che puoi capire chiaramente che Jeunet ha trascorso molto tempo. Ti avvicini dall'esterno come una semplice trama di immondizia e oggetti non definiti. All'interno è molto più grande di quello che sembra dall'esterno, e seduce. I trucchi, i gadget retrò dell'inventore. Tutto bene. Un grande senso di spazio. Spazialità. Persone nello spazio. Azione in cui impigli la fotocamera, lo spazio e l'attore nel mezzo di essi. Jeunet è bravissimo in questo. <br/> <br/> Il tema non ha importanza. È una storia normale su alcuni cattivi dei cartoni animati che hanno imparato una lezione dai ragazzi handicappati dal cuore puro. C'è una semplice lezione morale implicita (le pistole sono cattive, la pace è grande). L'abbiamo visto, con più o meno variazioni, su centinaia di altri film. È un peccato. Non perché ora abbiamo un altro film del genere.Voglio dire, questo è migliore della maggior parte, più cinematografico, meglio eseguito, con alcune cose davvero grandiose. Ma questo è Jeunet, il fatto che abbia fatto delle vacanze e ci abbia dato questo, significa che abbiamo perso una nuova grande impresa come sappiamo che può darci. O forse fa la cosa di Soderbergh, e usa il successo commerciale di questo per raccogliere fondi per uno buono. Ma penso che persino i suoi bei film abbiano sempre raccolto abbastanza soldi per giustificare il prossimo. Quindi questo film non ha scopo. È ancora bello come riempitivo del tempo. Vorrei che ogni film del pomeriggio di domenica fosse così. Ma non c'è nient'altro. E potrebbe avere. <br/> <br/> La mia opinione: 4/5 <br/> <br/> http://www.7eyes.wordpress.com
Quindi è una favola - ma non una per i (giovani) bambini - a meno che i genitori non vogliano entrare in una discussione su ciò che le mine terrestri fanno alla gente. <br/> <br/> I documentari heavy duty hanno poco impatto - penso alla gentilezza e la totale mancanza di realtà qui è un antidoto per il problema serio morto al centro. Questo mi ricorda un po 'di personaggi del Dr. Stranamore: sì, sopra le righe ma - quindi non è come se la realtà non fosse forse più assurda. Dal mio punto di vista non troppo pesante - il pubblico non ha davvero bisogno di faticare per capire e va bene. <br/> <br/> Un po 'di Chaplineque, pure. E una storia perduta - comune nei film, ma poi tutte le storie sono ripetute, con personaggi e contesti diversi, e la domanda è - è fatta bene? Dal momento che nella vita reale, i perdenti vengono sbattuti, è bello vederli vincere in un film coinvolgente.
Micmacs è un grande film. Questo film potrebbe essere inserito in un numero di generi diversi. Un genere potrebbe essere il film è una commedia da tutte le diverse cose che ti fanno ridere per tutto il film. Il regista del film è Jean-Pierre Jeunet. Ha iniziato la sua carriera dirigendo spot televisivi negli anni '80. Ha poi girato due film di animazione e ha finito per vincere un Cesar come miglior cortometraggio. Ha anche vinto quattro Cesar per il film Delicatessen. Il film ha vinto un Golden Reel Award nel 2011 per il miglior montaggio audio. Il film è stato anche nominato per un Cesar, un premio COFCA e un Chlotrudus Award. <br/> <br/> Una cosa che mi è piaciuta del film è il modo in cui l'angolazione della telecamera è stata utilizzata quando si guardava Basil sul tetto di gli edifici. Mi piace il modo in cui l'angolo lo ha guardato sul tetto perché ci ha dato una prospettiva che stava diventando subdolo e cercando di non farsi prendere. <br/> <br/> Un'altra cosa che mi è piaciuta è l'uso del rallentatore quando si vede il proiettile sparato dalla pistola all'inizio del film. Questo è stato importante perché il proiettile nella testa dei personaggi principali è ciò che il film tratta. Quindi, quando il film è stato rallentato a questo punto, ha aiutato a mostrare al pubblico l'importanza di questa scena. <br/> <br/> La scena di due idee in questo film è stata l'idea della vendetta e l'idea di David vs Goliath. L'idea della vendetta è vista in tutto il film. Basil sta cercando di vendicarsi per la morte di suo padre e per il fatto che ora deve vivere con una pallottola in testa per il resto della sua vita. L'idea di David vs. Goliath è che i disadattati che hanno poche risorse possono rovesciare ed esporre i trafficanti d'armi che hanno tutti i soldi del mondo. Credo che queste idee siano francesi nel modo in cui vengono mostrate nei film. Gli americani non avrebbero finito il film come facevano i francesi. Gli scrittori americani avrebbero avuto i due uccisi o torturati. Tuttavia, i francesi li hanno esposti tramite l'uso di Youtube e li hanno indotti a confessare ciò che hanno fatto. Inoltre, l'idea di David vs Goliath è francese nel modo in cui viene raffigurata. Il gruppo di disadattati e il loro background sono francesi nei tipi di sfondi che hanno. Dal contorsionista alla mamma che amava i pasti cucinati a casa e l'importanza di tutti seduti e mangiando insieme. Queste sono cose molto francesi che vediamo nella loro cultura.
Quando era piccolo, il Bazil (Dany Boon) rimase senza i suoi genitori perché suo padre fu ucciso da una mina alla fine degli anni '70 e sua madre fu commessa, presumibilmente a causa del trauma. Nel presente, Bazil è un impiegato di videoteca che ha visto film come The Big Sleep così spesso da poter recitare tutte le righe. Una sera sente un disturbo fuori e un proiettile viene sparato direttamente nel suo cranio, lasciandolo in coma. Quando si risveglia dopo un lungo periodo scopre che tutte le cose che possiede sono sparite e che è stato sostituito nel negozio di video. Non gli resta altra scelta che dormire sulle strade e cercare di guadagnare soldi suonando. Per caso, però, Bazil incontra Placard (Jean-Pierre Marielle), un ex criminale che ha passato del tempo in galera e chissà chi è il responsabile del proiettile. Placard gli offre rifugio in una discarica dove vive una famiglia di squilibrati. Includono uno scrittore di nome Remington (Omar Sy), Fracasse (Dominique Pinon) che vuole aggiornare il suo record mondiale per essere una palla di cannone umana, Calculette (Marie-Julie Baup), la figlia di una sarta che può scoprire le misurazioni in un batter d'occhio un occhio, La Môme Caoutchouc (Julie Ferrier), una donna estremamente flessibile che vive in un frigorifero, Petit Pierre (Michel Crémadès) che crea gadget e giocattoli e Tambouille (Yolande Moreau) che guarda il gruppo come se fossero i suoi figli. È con il loro aiuto che Bazil è in grado di sabotare il lavoro di due trafficanti di armi rivali. <br/> <br/> L'immaginazione del regista Jean-Pierre Jeunet ha permesso a film come Amelie e A Very Long Engagement di entrare in risonanza con il pubblico per il notevole fascino e l'estro visivo con cui sono stati sapientemente realizzati. Micmacs (Micmacs à tire-larigot) è un film bizzarro e regolarmente esilarante, ma la stessa bizzarria che ha funzionato così bene per Amelie è in overdrive qui e va a discapito di una narrativa completamente sviluppata. La maggior parte del film è dedicata a Bazil che interrompe i trafficanti d'armi, il che significa che gran parte della narrazione è come una serie di schizzi dichiaratamente divertenti.Non c'è molta logica da trovare qui poiché numerose scene esistono solo per il gusto di essere strane. In un momento Bazil viene mostrato mentre guarda due prostitute esibirsi. Decide quindi di assumerli personalmente per esibirsi in una finestra aperta in modo che distraggano una guardia di sicurezza che Bazil ha bisogno di bypassare. Ci sono anche un certo numero di gag da corsa in tutto il film, come cartelloni e manifesti per il film stesso mostrato in alcune scene, così come un trafficante d'armi che ama collezionare oggetti da celebrità morte, come gli occhi di Mussolini e il tagliaunghie di Winston Churchill . Questo marchio di umorismo porta il film molto lontano, forse più di quanto meriti davvero. Al di là della stranezza, il messaggio piuttosto semplicistico di Jeunet ai commercianti di armi, che dovrebbero essere pubblicamente svergognati per il sangue sulle loro mani. A suo merito, Jeunet è abbastanza coraggioso da attaccare l'attuale presidente francese Nicholas Sarkozy mostrando una sua foto nel film che stringe la mano a un trafficante d'armi, suggerendo che sta accettando la produzione di armi. <br/> <br/> Dato la stranezza e l'umorismo della maggior parte dei personaggi attraverso il film, è un peccato che la trama non ispiri a fare di più con loro. Gli squilibrati sembrano davvero esistere nel film solo per la loro eccentricità e non si sviluppano da soli o con gli altri in alcun modo particolarmente significativo. Sono molto simili all'equivalente francese del gruppo di Oceans 11, ognuno con il proprio set di abilità o stranezze per la rapina. Nonostante i limiti del suo dialogo, Boon è una gioia come Bazil perché è estremamente abile nella commedia fisica, in grado di tirare tutti i tipi di facce buffe e di eseguire anche atti di mimo. In una delle gag più intelligenti del film, si trova su un lato di un pilastro mentre una donna canta sull'altro e mima, fingendo di usare la sua voce per guadagnare un po 'di soldi. Eppure, a prescindere dall'ilarità di piccoli momenti come questo, è ancora deludente che i personaggi siano costretti a essere solo strani o strani per certe scene. <br/> <br/> È principalmente a causa della performance di Boon che Micmacs , per gran parte della sua durata, è un film molto divertente. Tuttavia, data la trasparenza dell'antagonismo di Jeunet nei confronti degli spacciatori d'armi e la trama estremamente sottile, questo è uno sforzo altamente guardabile ma leggermente deludente. I personaggi sono limitati a essere strani, semplicemente in modo che possano essere intervallati in queste sequenze pazze, che abbiano senso o meno. È per questo che l'avventura di Bazil non è certamente soddisfacente o del tutto soddisfacente, come alcuni potrebbero aspettarsi da questo regista.

Avid movie-watcher and video store clerk Bazil has had his life all but ruined by weapons of war. His father was killed by a landmine in Morocco and one fateful night a stray bullet from a nearby shoo b0e6cdaeb1