Indagine sulle "esperienze soggettive di incontro con Dio" : confronti tra le esperienze naturali e quelle causate dai classici psichedelici -psilocibina, LSD, ayahuasca o DMT - Parte 1

Indagine sulle "esperienze soggettive di incontro con Dio" : confronti tra le esperienze naturali e quelle causate dai classici psichedelici -psilocibina, LSD, ayahuasca o DMT - Parte 1

Roland R.Griffiths, Ethan S.Hurwitz, Alan K.Davis, Matthew W.Johnson, Robert Jesse - Trad: Benway

Le esperienze naturali e psichedeliche interpretate come incontri personali con Dio sono ben descritte ma non sono state sistematicamente confrontate. In questo studio cinque gruppi di individui hanno partecipato a un sondaggio online con domande dettagliate che caratterizzano i fenomeni soggettivi, l'interpretazione e i cambiamenti persistenti attribuiti alla loro esperienza di incontro con Dio più memorabile [n = 809 Non-Drug, 1184 psilocibina, 1251 dietilamide dell'acido lisergico (LSD), 435 ayahuasca e 606 N, N-dimetiltriptamina (DMT)]. Le analisi delle differenze nelle esperienze sono state adeguate statisticamente alle differenze demografiche tra i gruppi. Il gruppo Non-Drug avrebbe probabilmente scelto "Dio" come la migliore descrizione di ciò che è stato riscontrato mentre i gruppi psichedelici avevano più probabilità di scegliere la definizione "Realtà Ultima". Sebbene esistessero altre differenze tra il gruppo psichedelico misto e quello Non-Drug, così come tra i quattro gruppi psichedelici, le somiglianze tra questi gruppi erano più sorprendenti. La maggior parte dei partecipanti ha riportato vividi ricordi dell'esperienza dell'incontro, che spesso ha coinvolto la comunicazione con qualcosa che ha gli attributi di un essere cosciente, benevolo, intelligente, sacro, eterno e onnisciente. L'esperienza dell'incontro ha soddisfatto i criteri a priori per essere un'esperienza mistica completa in circa la metà dei partecipanti. Più di due terzi di coloro che si sono identificati come atei prima dell'esperienza non si sono più identificati come atei in seguito. Queste esperienze sono state classificate come tra le esperienze di vita più significative dal punto di vista personale e spirituale, con cambiamenti positivi persistenti da moderati a forti nella soddisfazione, nello scopo e nel significato della vita attribuiti a queste esperienze. Tra i quattro gruppi di utenti psichedelici i gruppi psilocibina e LSD erano i più simili e il gruppo ayahuasca tendeva ad avere i più alti tassi di avallo delle caratteristiche positive e delle conseguenze durature dell'esperienza. L'esplorazione futura di fattori predisponenti e correlati fenomenologici e neurali di tali esperienze potrebbe fornire nuove intuizioni su credenze religiose e spirituali che sono state parte integrante della formazione della cultura umana da tempo immemorabile.


Introduzione:

Le esperienze salienti interpretate come incontri personali con Dio, gli Dei o gli emissari di Dio, sono state documentate per millenni, sono state parte integrante dello sviluppo delle credenze religiose e spirituali ed hanno avuto una grande influenza nel plasmare la cultura umana. Tali esperienze, che spesso si verificano in modo imprevisto ed in assenza di droghe o malattie fisiche, possono comportare visioni, voci o ciò che si ritiene essere un'apprensione mentale o extrasensoriale di ciò che si incontra. Le descrizioni di tali esperienze a volte si sovrappongono a esperienze di tipo mistico, che sono state ben documentate e sono state al centro di una sostanziale ricerca empirica. La maggior parte degli studi empirici rigorosi sulle esperienze mistiche ha utilizzato la scala Hood M, che si basa sul modello concettuale dell'esperienza mistica descritto da Stace e sottolinea un senso di unità come una caratteristica centrale che definisce l'esperienza mistica. Stace, ma non tutti gli studiosi di religione, esclude esplicitamente i fenomeni visivi e vocali dalla definizione descrittiva dell'esperienza mistica, suggerendo così che alcune esperienze di incontro con Dio possono essere classificate in modo più appropriato come esperienze religiose ma non mistiche.


L'incontro con Dio e le esperienze mistiche sono stati descritti anche dopo l'ingestione di classici farmaci psichedelici come psilocibina, dietilamide dell'acido lisergico (LSD), N, N-dimetiltriptamina (DMT) e mescalina, le cui azioni sono mediate dal recettore della serotonina 2A. Storicamente, l'uso di piante e funghi contenenti psichedelici in contesti cerimoniali e religiosi risale a centinaia e probabilmente migliaia di anni. In effetti gli Aztechi chiamavano Teonanácatl una o più specie di funghi psilocibinici, che vengono tradotti come "carne degli dei" o "carne di Dio". Più recentemente, i classici psichedelici sono stati talvolta chiamati "enteogeni", un termine derivato dal significato del greco antico "diventare Dio dentro" e usato per riferirsi a piante o droghe ingerite in un contesto religioso per scopi spirituali. L'uso contemporaneo dei classici psichedelici in contesti religiosi o spirituali formali include l'uso della mescalina nel cactus peyote da parte degli indiani nativi americani e l'uso della DMT nell'ayahuasca da parte di diversi gruppi religiosi rappresentati in modo prominente dalle chiese di Santo Daime e União do Vegetal nati in Sud America. Inoltre, si dice che l'esplorazione spirituale sia il motivo principale per l'uso illecito contemporaneo degli psichedelici classici.


Oltre ai resoconti storici e contemporanei sull'uso religioso e spirituale degli psichedelici una serie di studi in doppio cieco usando la scala Hood M, che è stata sviluppata per misurare le esperienze mistiche presenti in natura, ha dimostrato che la classica psilocibina porterebbe in modo affidabile, a seconda della dose, occasionalmente ad esperienze mistiche salienti sia in sani partecipanti avvezzi agli psichedelici che agli ingenui, la maggior parte dei quali non aveva una storia di esperienza mistica spontanea. Un'estensione di questa ricerca ha sviluppato e convalidato il questionario sull'esperienza mistica (MEQ30) per misurare singole esperienze mistiche occasionali psichedeliche. Come la scala M, MEQ30 si basa sul modello concettuale dell'esperienza mistica descritto da Stace, che enfatizza un senso di unità e non fa riferimento a Dio. Sebbene precedenti studi di laboratorio sulla psilocibina non avessero valutato le esperienze di incontro di Dio di per sé, alcuni partecipanti agli studi di laboratorio descrissero spontaneamente tali esperienze.


Nonostante la convincente somiglianza empirica tra esperienze mistiche presenti in natura ed occasioni psichedeliche c'è stato un dibattito tra gli studiosi di religione sul fatto che le esperienze mistiche causate da psichedelici possano essere considerate o meno "autentiche" esperienze mistiche o religiose. Sebbene alcuni abbiano sostenuto, in gran parte per motivi concettuali, che le esperienze indotte dalla droga non sono esperienze religiose, altri hanno sostenuto e citato il sostegno empirico indiretto che suggerisce l'equivalenza di esperienze mistiche naturali e psichedeliche.


Il presente studio è stato intrapreso per far progredire la nostra comprensione delle esperienze religiose sia naturali che di occasione psichedelica che sono interpretate come un incontro con Dio (ad esempio, il Dio della tua comprensione), Potere Superiore, Realtà Ultima o Aspetto o Emissario di Dio (es. un angelo). [Nota bene: per semplificare la stesura del presente rapporto, il termine "esperienza dell'incontro con Dio" verrà usato come etichetta per fare riferimento a tutte e quattro le varianti descrittive di queste esperienze. Abbiamo scelto di mettere in maiuscolo la parola "Dio" per essere coerenti con le istruzioni del sondaggio e la formulazione delle domande.] Questo studio nasce da un sondaggio su Internet di un ampio campione internazionale di persone che hanno riferito di aver avuto un'esperienza simile. Sono state poste domande dettagliate per caratterizzare la demografia dei partecipanti, i fenomeni soggettivi, l'interpretazione ed i cambiamenti persistenti attribuiti alla loro esperienza di incontro con Dio più memorabile. I dati hanno consentito il confronto tra coloro che avevano e non avevano ingerito un farmaco psichedelico, il confronto tra quattro diversi tipi di sostanze psichedeliche classiche (psilocibina, LSD, ayahuasca e DMT) e l'esame del fatto se tali esperienze di Dio soddisfacessero i criteri per essere considerate esperienze mistiche.


Metodi:

- Reclutamento dei partecipanti:

I partecipanti sono stati reclutati principalmente tramite pubblicità su Internet, inviti via e-mail e social network online. Sono stati reclutati due diversi gruppi di partecipanti corrispondenti a due versioni del questionario. Lo scopo di entrambi è stato dichiarato: "In questo sondaggio, vogliamo caratterizzare varie esperienze di incontri con qualcosa che qualcuno potrebbe chiamare: Dio (ad esempio, il Dio della tua comprensione), Potere superiore, Realtà suprema o Aspetto o Emissario di Dio (ad es. un angelo)". Tuttavia, un gruppo (quello psichedelico) ha completato il questionario sulla base di un'esperienza di incontro con qualcosa che si è verificato dopo l'assunzione di un allucinogeno classico (ad esempio psilocibina, LSD, ayahuasca, DMT, ecc.). L'altro gruppo (quello non farmacologico=Non-Drug) ha completato il questionario sulla base di un'esperienza avvenuta in assenza di un farmaco psicoattivo. Gli annunci via Internet e via e-mail hanno fornito un collegamento alla pagina web della versione appropriata del questionario. I partecipanti sono stati informati che la partecipazione allo studio era anonima, potevano scegliere di smettere di rispondere alle domande in qualsiasi momento e se non avessero completato il questionario le loro risposte specifiche non sarebbero state utilizzate. Il comitato di revisione istituzionale della School of Medicine della Johns Hopkins University ha approvato tutte le procedure di studio.


- Amministrazione del sondaggio:

I questionari sono stati progettati per richiedere circa 50 minuti ed i partecipanti dovevano completare il sondaggio in una sola seduta. I questionari sono stati ospitati su un sito Web di amministrazione di sondaggi online ampiamente utilizzato con funzionalità di sicurezza e privacy che lo rendono adatto per la raccolta e l'archiviazione di dati di sondaggi anonimi. Non è stato fornito alcun compenso per il completamento dello studio.


- Criterio di inclusione:

I partecipanti alla versione psichedelica del questionario dovevano soddisfare i seguenti criteri di inclusione: (1) avere almeno 18 anni; (2) Leggere, scrivere e parlare fluentemente l'inglese; (3) non aver precedentemente completato il questionario; (4) aver avuto un'esperienza di incontro con Dio (come descritto sopra) dopo aver preso una dose di un allucinogeno classico che aveva effetti psicoattivi da moderati a forti. I partecipanti alla versione non farmacologica del questionario dovevano soddisfare i criteri di inclusione 1, 2 e 3, nonché il criterio aggiuntivo che avevano avuto un'esperienza di incontro con Dio (come descritto sopra) ma che non avevano mai avuto un'esperienza simile dopo aver preso una droga psicoattiva. Questo criterio di esclusione finale ha assicurato la corretta suddivisione fra i due gruppi.


I partecipanti che hanno soddisfatto i criteri di inclusione sono stati indirizzati agli altri elementi del questionario. Nel compilare il questionario i partecipanti sono stati istruiti a rispondere alle voci in riferimento alla loro singola esperienza più memorabile.


- Descrizione del sondaggio:

I dettagli degli elementi del questionario sono forniti nei risultati. In breve i partecipanti hanno risposto a domande demografiche di base, hanno scritto una breve descrizione testuale della loro esperienza d'incontro ed hanno risposto ad una serie di domande sui dettagli della loro esperienza come lo stile di comunicazione (ad esempio visivo, uditivo), la loro interpretazione delle qualità di ciò che è stato riscontrato (ad esempio, benevolo, intelligente, sacro) e persistenti cambiamenti attribuiti all'esperienza. All'interno del sondaggio i partecipanti hanno anche completato il questionario sull'esperienza mistica (MEQ30) con le istruzioni per rispondere alle domande in base ai loro sentimenti, pensieri ed esperienze al momento dell'incontro. L'esperienza mistica completa è stata definita a priori come con un punteggio del 60% o superiore su tutte e quattro le sottoscale MEQ30. I partecipanti alla versione psichedelica dello studio hanno indicato quale di molti allucinogeni classici dicono di aver preso: funghi di psilocibina, psilocibina, LSD (acido), ayahuasca, DMT (diverso dall'ayahuasca), mescalina, cactus peyote o altro.


Risultati:

- Completamento del sondaggio:

Durante il reclutamento (12/03/2014–08/01/2016), 12.725 persone hanno iniziato il sondaggio. Di questi, 1.702 sono stati esclusi perché non soddisfacevano i criteri di inclusione e 5.165 sono stati esclusi perché non hanno completato il questionario, con l'82% e il 93% di questi che non hanno completato rispettivamente il 25% e il 50% degli articoli del questionario . Inoltre 401 sono stati esclusi perché hanno indicato l'assunzione di più sostanze, 602 perché hanno riferito di assumere una sostanza diversa da psilocibina, LSD, ayahuasca o DMT, 271 perché hanno risposto al sondaggio basandosi sull'esperienza di incontro multiplo anziché su un singolo, 104 perché le loro risposte ha sollevato preoccupazioni sulla validità complessiva dei loro dati, 34 perché hanno indicato alla fine dell'indagine che non volevano che le loro risposte fossero incluse nelle analisi e 161 a causa di errori di codifica non sistematici. Pertanto 4.285 persone hanno fornito dati utilizzabili. Il tempo mediano per completare il questionario è stato di 50 minuti. Il 67% dei partecipanti ha fornito una risposta scritta nella sezione commenti aperti alla fine del questionario.


- Caratteristiche del partecipante:

Le tabelle 1 e 2 presentano le caratteristiche riportate dai partecipanti per i diversi sottogruppi di partecipanti. I partecipanti avevano, in media, 38,3 anni al momento del sondaggio. Il sessantanove per cento era di sesso maschile, l'88% era di razza bianca e il 48% aveva una laurea o una laurea.




Come mostrato nella Tabella 1, rispetto al gruppo psichedelico, il gruppo non farmacologico era significativamente più vecchio e aveva maggiori probabilità di essere femmina, bianca, non ispanica, istruita al college, sposata, residente negli Stati Uniti e con una famiglia col reddito alto.


Le differenze tra i partecipanti psichedelici e non farmacologici mostrati nella Tabella 1 sono generalmente vere per ciascuno dei quattro gruppi psichedelici da solo (Tabella 2, indicata da dati in grassetto). La tabella 2 mostra anche che, rispetto agli altri gruppi psichedelici, il gruppo Ayahuasca era più vecchio al momento dell'esperienza e del sondaggio, più probabilità di essere femmina, istruita, sposata, non residente negli Stati Uniti e con un reddito elevato. Al contrario il gruppo DMT era significativamente più giovane al momento dello studio rispetto agli altri gruppi psichedelici. Le risposte testuali aperte di coloro che erano nel gruppo DMT indicavano che questo gruppo era composto principalmente da coloro che fumavano DMT; dei 606 utenti DMT, solo 3 hanno scritto commenti che suggeriscono una via di somministrazione intranasale.


- Dettagli dell'incontro:

Come mostrato nella Tabella 3 solo circa il 20% dei partecipanti ha partecipato all'esperienza con l'intenzione di avere un'esperienza di incontro. Il gruppo non farmacologico aveva più probabilità rispetto al gruppo psichedelico di essere solo durante l'incontro (58% contro 35%). Tutti i partecipanti al sondaggio hanno approvato il coinvolgimento di uno o più sensi durante l'incontro. Per entrambi i gruppi i sensi principali coinvolti durante l'incontro erano visivi (48% contro 75%), uditivi (36% contro 49%), sensazione corporea/tattile (43% contro 48%) ed extrasensoriali (64% contro l'86%). La maggior parte dei partecipanti (~65%), di entrambi i gruppi ha sostenuto la comunicazione (ovvero uno scambio di informazioni con l'entità). I partecipanti di entrambi i gruppi hanno sostenuto tassi simili di aver avuto una risposta emotiva durante l'incontro (circa il 90%), aver accertato un messaggio, una missione o un'intuizione (circa il 75%) o aver acquisito previsioni sul futuro (circa il 20%).



Come mostrato nella Tabella 4 lo schema delle differenze tra i partecipanti psichedelici e non farmacologici mostrato nella Tabella 3 si è verificato anche in ciascuno dei quattro gruppi psichedelici. I gruppi psilocibina e LSD non differivano significativamente su nessuno di questi elementi. Allo stesso modo, i gruppi Ayahuasca e DMT differivano solo per 3 dei 21 punti. Il gruppo DMT tendeva ad avere i più alti tassi di approvazione tra i gruppi di farmaci e queste differenze erano significativamente più elevate rispetto ai gruppi di psilocibina e LSD su diversi elementi sensoriali e di comunicazione.



- Memoria, realismo e caratteristiche mistiche dell'esperienza dell'incontro:

Come mostrato nella Tabella 5 entrambi i gruppi hanno fornito valutazioni elevate della vivacità dei loro ricordi dell'esperienza con il gruppo Non Drug con valutazioni significativamente più alte (92 contro 76 di 100). Entrambi i gruppi hanno fornito valutazioni simili relativamente alte in riguardo al fatto che l'esperienza è stata più reale della realtà normale di tutti i giorni. La tabella 5 mostra anche che i punteggi dei fattori e del totale nel questionario sull'esperienza mistica erano uniformemente elevati (maggiore o uguale a 0,70) in entrambi i gruppi, con l'eccezione che la trascendenza del fattore tempo e spazio era solo parziale (circa la metà) nel gruppo non farmacologico. Questi punteggi erano significativamente più alti nel gruppo psichedelico rispetto al gruppo non farmacologico, così come la percentuale di partecipanti al gruppo con un'esperienza mistica "completa" (64% contro 43%).



La Tabella 6 mostra che lo schema delle differenze tra i partecipanti psichedelici e non farmacologici mostrato nella Tabella 5 si è verificato in ciascuno dei quattro gruppi psichedelici. I gruppi di psilocibina e LSD non differivano significativamente su nessuna di queste misure. Per quanto riguarda le misure dell'esperienza mistica, il gruppo DMT era significativamente più elevato rispetto ai gruppi di Psilocibina e LSD sulla trascendenza di tempo e spazio, ineffabilità, punteggio totale e la percentuale che mostrava esperienze mistiche complete.



- Interpretazione di ciò che è stato incontrato:

Ai partecipanti è stato chiesto di indicare quale dei quattro descrittori rappresenta al meglio ciò che è stato incontrato. Come mostrato nella Tabella 7 il Gruppo Non Drug aveva più probabilità rispetto al Gruppo Psichedelico a sostenere l'incontro con Dio (il Dio della tua comprensione - 41% contro 18%) o un Emissario di Dio (18% contro 9% ). Al contrario l'approvazione nell'incontrare la Realtà Suprema era significativamente più probabile nel Gruppo Psichedelico rispetto al Gruppo Non Drug (55% vs. 26%, rispettivamente). I tassi di approvazione del Potere Superiore non differivano significativamente tra il gruppo non farmacologico e il gruppo psichedelico (15% vs 19%).



È interessante notare che, nonostante le differenze nei descrittori preferiti di ciò che è stato riscontrato, c'era una sorprendente somiglianza nelle percentuali relative di ciascun gruppo che approvava gli 11 attributi di ciò che era stato incontrato (Tabella 7). Inoltre più della metà di ogni gruppo ha approvato gli attributi di benevolenza, intelligenza, sacralità, coscienza, essere eterno ed essere onnisciente. Il gruppo non farmacologico aveva significativamente più probabilità di percepire benevolenza, l'agenzia e la possibilità di fare domande e meno probabilità di percepire la malvagità rispetto al gruppo psichedelico. Circa il 70% di entrambi i gruppi ha approvato ciò che è stato riscontrato esisteva, almeno in parte, in qualche altra dimensione o realtà, e quello che è stato riscontrato ha continuato a esistere anche dopo l'incontro. I partecipanti che hanno approvato un determinato attributo come presente hanno quindi valutato il grado in cui quell'attributo si applicava su una scala di 100 punti (ad es. da "per niente" a "completamente"). I voti medi degli attributi di sacro, intelligente, benevolo e cosciente erano maggiori o uguali a 89 in entrambi i gruppi, con benevolenza e sacro significativamente più alti nel gruppo non farmacologico. L'unico altro attributo che era significativamente diverso tra i gruppi era il giudizio positivo, con valutazioni medie di 87 e 77 rispettivamente nei gruppi non farmacologici e psichedelici.


La tabella 8 mostra che lo schema delle differenze tra i gruppi psichedelici e non farmacologici mostrato nella tabella 7 si è verificato in ciascuno dei quattro gruppi psichedelici. Il Gruppo Non Drug ha sostenuto di aver avuto un incontro con Dio (il Dio della tua comprensione) a un tasso significativamente più alto rispetto a ciascuno dei quattro gruppi psichedelici da solo e, al contrario, ha sostenuto di aver incontrato la Realtà Suprema a un tasso significativamente inferiore rispetto ai quattro psichedelici gruppi. Per quanto riguarda gli attributi di ciò che è stato riscontrato e gli elementi di interpretazione aggiuntivi c'erano sia somiglianze che differenze tra i gruppi di farmaci (Tabella 8). I gruppi di psilocibina e LSD non differivano significativamente su nessuno di questi elementi. Allo stesso modo, i gruppi Ayahuasca e DMT differivano solo per 2 dei 18 punti. 

Il Gruppo Ayahuasca ha avuto tassi di approvazione significativamente più alti rispetto ai gruppi psilocibina e LSD degli attributi positivi di ciò che è stato incontrato come benevolenza, intelligenza, coscienza ed essere disponibile a rispondere a domande. Per le valutazioni a 100 punti del grado in cui venivano applicati gli attributi, le uniche differenze significative tra i gruppi psichedelici riguardavano l'attributo di cosciente, con DMT>LSD e Psilocibina e Ayahuasca>LSD.



- Confronto dell'esperienza dell'incontro rispetto ad altre esperienze della vita:

Ai partecipanti è stato chiesto di valutare diverse dimensioni della loro esperienza d'incontro rispetto ad altre esperienze nel corso della loro vita. Come mostrato nella Tabella 9 le valutazioni del significato personale e del significato spirituale erano simili ,con oltre il 74%, dei gruppi non farmacologici e psichedelici che indicava l'esperienza come una delle 5 esperienze spiritualmente più significative della loro vita, il 34 % e 42%. L'approvazione e le valutazioni relative dell'insight psicologico e della sfida psicologica erano numericamente inferiori rispetto a quelle di consapevolezza e significato spirituale.



La Tabella 10 mostra che il modello di somiglianze e differenze tra i gruppi psichedelici e non farmacologici mostrato nella Tabella 9 si è verificato in ciascuno dei quattro gruppi psichedelici. I gruppi Psilocibina, LSD e DMT non differivano significativamente su nessuna di queste misure. Il gruppo Ayahuasca era di solito numericamente più alto rispetto agli altri gruppi e talvolta significativamente più alto dei gruppi Psilocibina e LSD.



- Cambiamenti persistenti attribuiti all'incontro:

I gruppi non farmacologici e psichedelici hanno avuto risposte in gran parte simili a una serie di domande che sondavano i cambiamenti persistenti che attribuivano all'esperienza dell'incontro. Come mostrato nella Tabella 11 entrambi i gruppi hanno valutato cambiamenti positivi e desiderabili generalmente di intensità moderata attraverso nove voci di effetti persistenti. L'unica differenza significativa era che la valutazione dei cambiamenti positivi nella consapevolezza spirituale nella vita di tutti i giorni era maggiore nel Gruppo Non Drug. Inoltre la maggioranza di entrambi i gruppi ha approvato un cambiamento desiderabile nella pratica contemplativa, della preghiera o della meditazione, un cambiamento desiderabile nella comprensione delle tradizioni religiose degli altri e una diminuzione della paura della morte. 

Il gruppo psichedelico aveva significativamente più probabilità di sostenere una diminuzione della paura della morte rispetto al gruppo non farmacologico (70% contro 57%).



La Tabella 12 mostra che il modello di somiglianze e differenze tra i gruppi non farmacologici e psichedelici mostrato nella Tabella 11 si è verificato in ciascuno dei quattro gruppi psichedelici. I gruppi Psilocibina, LSD e DMT non differivano in modo significativo su nessuna di queste misure con l'eccezione che una parte maggiore del gruppo DMT sosteneva una diminuzione della paura della morte. Il gruppo Ayahuasca aveva valutazioni significativamente più elevate rispetto ai gruppi di Psilocibina e LSD su cambiamenti positivi nella soddisfazione della vita, relazioni sociali, consapevolezza spirituale nella vita di tutti i giorni, atteggiamenti nei confronti della vita, atteggiamenti verso se stessi, umore e comportamento.



- Cambiamenti nell'identificazione di concetti come ateo e monoteista:

Come valutato retrospettivamente, prima dell'esperienza dell'incontro, il gruppo non farmacologico rispetto al gruppo psichedelico, aveva meno probabilità di identificare il proprio orientamento religioso come ateo (3% contro 21%) o altro (50% contro 67%), ma si identificava con più probabilità come monoteista (47% contro 12%) (Tabella 13). In entrambi i gruppi, l'identificazione in ateo è diminuita significativamente da prima a dopo l'esperienza (rispettivamente dal 3% all'1% e dal 21% all'8%) (test z delle proporzioni, p minore o uguale a 0,05 per entrambi i gruppi). La percentuale di partecipanti in ciascun gruppo che si è identificato come ateo prima dell'incontro, ma non è più stato identificato come ateo dopo l'incontro (74% e 67%, rispettivamente) non era significativamente diversa. Nel gruppo psichedelico, l'identificazione come monoteista è diminuita in modo significativo e l'identificazione come Altro è aumentata significativamente da prima a dopo l'esperienza (p minore o uguale a 0,05). 

La proporzione del Gruppo Non Drug che si identificava come monoteista o Altro non differiva significativamente da prima a dopo l'esperienza.



La tabella 14 mostra che lo schema delle differenze tra i gruppi non farmacologici e psichedelici prima e dopo l'esperienza mostrata nella tabella 13 si è verificato in ciascuno dei quattro gruppi psichedelici. Come nel gruppo non farmacologico, l'identificazione come ateo è diminuita in modo significativo da prima a dopo l'esperienza in ciascuno dei quattro gruppi psichedelici. La proporzione che identifica come monoteista è diminuita significativamente nei gruppi Psilocibina e LSD e la proporzione che identifica come Altro è aumentata significativamente nei gruppi Psilocibina, LSD e DMT.



.....continua nella prossima puntata.....


Link all'originale