Gli scienziati siberiani hanno regalato agli italiani un modo per curare il coronavirus

Gli scienziati siberiani hanno regalato agli italiani un modo per curare il coronavirus


La Scienza Medica all’opera. Conclusioni

Il dottor Andrej Gromov, direttore del Centro di prevenzione delle trombosi di Novosibirsk, dice che i risultati delle autopsie effettuate dai medici anatomopatologi italiani, russi, svizzeri, tedeschi confermano la loro analisi clinica della situazione: questo è un virus di tipo nuovo che provoca “microtrombovasculite emolitica” e bisogna usare eparina e antiaggreganti, e che sono stati felici di trasmettere ai medici italiani la scoperta degli scienziati russi1.

Salvatore Spagnolo, primario cardiochirurgo dell’istituto ICLAS, nella sua pagina su Facebook scrive che i medici che si attribuiscono il merito dell’ipotesi che una massiccia embolia polmonare sia la causa principale della mortalità da COVID-19 e per l’introduzione dell’uso dell’eparina devono allora presentare le prove della pubblicazione del loro lavoro scientifico prima del 28 marzo 2020, cioè prima di quando lui stesso ha incominciato a pubblicare questa ipotesi e l’informazione sulla terapia con eparina da lui proposta2.

I medici bisticciano su chi è arrivato prima a “scoprire” che ai malati di COVID-19 bisogna dare l’eparina così non si formano i trombi e dimenticano che i decessi si verificano soprattutto proprio tra le persone che soffrono di altre patologie per le quali sono già sotto anticoagulanti. In Italia i medici incominciano a spaventare già i cinquantenni con la pressione alta, con i trombi etc., e cercano di mettere tutti sotto anticoagulanti.

Ripeto: i trombi si formano in persone che già assumono anticoagulanti!

Disquisiscono con scientifica noncuranza di errori di diagnosi (non era polmonite, era embolia polmonare) e si meravigliano: “Curiamo una malattia e questa sfocia in un’altra!”.

Evidentemente non hanno mai sentito parlare di iatrogenesi.

Prima fanno di tutto per far diventare le persone malati cronici (ipertesi, cardiopatici, diabetici, artropatici, asmatici...) e imbottirle di farmaci e vaccini, poi, quando arriva una qualsiasi banale infezione, seguendo il perverso principio che l’organismo sbaglia sempre e comunque, contrastano fin dall’inizio qualsiasi cosa l’organismo faccia per risolvere la malattia (a partire dalla febbre: l’organismo sa che temperatura serve per distruggere quello che deve essere distrutto!) e aggiungono veleni a veleni: antiinfiammatori, antipiretici, antivirali, antibiotici, antitutto...

Con i farmaci mandano fuori uso uno dopo l’altro tutti i sistemi e gli organi…

Quando il paziente in seguito a tutto questo muore, danno la colpa al virus cattivo e fanno la parte degli eroi che combattono in prima linea.

Per non parlare dell’acqua. Non la nominano nemmeno mai. Ai pazienti la danno col contagocce, simbolicamente, con flebo, o al massimo con siringa nel sondino dosata al millilitro.

È un dato di fatto: le persone che non assumono farmaci e non si vaccinano di questo “terribile”, “terribilmente aggressivo”, “terribilmente mutante” virus NON MUOIONO! Non se accorgono nemmeno!


Conclusioni.

Se vogliamo fare vera prevenzione è necessario mantenere un organismo sano, per cui, oltre ad evitare di assumere farmaci e vaccini è basilare idratarlo, muoverlo e nutrirlo nel modo corretto!

La vera prevenzione verso la propria salute è di pertinenza propria di ciascuno. I camici bianchi, nonostante il giuramento di Ippocrate che fanno, invece di fare vera prevenzione primaria, si occupano solo di imbottire di droghe gli assistiti per poi disquisire di prevenzione secondaria, terziaria, etc.

Bisogna, inoltre, incominciare a giudicare l'operato dei medici per quello che è togliendo l'immunità garantita loro da protocolli e linee guida e simili.

Beatrice Cavalli - 11 maggio 2020


PS: Cosa succede se ad una persona con una trombosi polmonare viene dato ossigeno in maniera forzata? Le sue condizioni si aggravano, perché finisce in ipercapnia, cioè aumenta l'anidride carbonica (CO2) nel sangue. Per cui se il sangue non circola correttamente, si può dare tutto l'ossigeno che si vuole, ma non ci sarà alcuna ventilazione, per cui la persona rischia di....



1 Сибирские ученые подарили итальянцам способ лечения коронавируса

http://sibkray.ru/news/1/934835/

Covid 19, dalla Russia: “È possibile salvare molte vite umane”

https://it.euronews.com/2020/04/15/covid-19-dalla-russia-e-possibile-salvare-molte-vite-umane

Intervista ad Andrey Gromov

https://www.youtube.com/watch?time_continue=8&v=mZ9xBi0Cy1I&feature=emb_logo

COVID 19 – COSA RISULTA DALLE PRIME AUTOPSIE

http://www.lavocedellevoci.it/2020/04/04/covid-19-cosa-risulta-dalle-prime-autopsie/?fbclid=IwAR3Gcmn0Tl9KXNNb1IlSubBRU45ZfitQjRbcBcy6TvNYP8u57PEEszVhfb0

2 EPARINA FUNZIONA – Scoperta del genio italico (e il suo contrario)

https://www.maurizioblondet.it/eparina-funziona-scoperta-del-genio-italico-e-il-suo-contrario/

Salvatore Spagnolo ICLAS - Istituto Clinico Ligure di Alta Specialità - primario cardiochirurgo.

https://www.facebook.com/salvatore.spagnolo.35