Consiglio Comunale del 29.10.2019

Consiglio Comunale del 29.10.2019

Piasco per passione

Relazione

Alle ore 18.30 si è svolto il Consiglio Comunale più veloce del West, con 8 punti all’ordine del giorno, in cui purtroppo è stato OMESSO il punto VARIE ED EVENTUALI alla fine.

Questo ha fatto sì che una serie di nostre domande non abbia trovato risposta.

Ma andiamo per ordine.

Innanzitutto grazie alle numerose persone del pubblico che hanno presenziato ed ascoltato educatamente.

Ennesima variazione al bilancio comunale

In estrema sintesi: è stata approvata una ulteriore variazione al bilancio comunale di previsione 2019-2021 (già esaminata in Commissione Bilancio il 23.10.2019 e approvata dalla Giunta Comunale il 29.07.2019) per un totale di 56.030,58 € dovuta prevalentemente a:

  • minori entrate da Addizionale comunale IRPEF per 10.000 €
  • maggiori entrate per 40.198,54 € dovuti a:

- 800,00 € per occupazione suolo pubblico
- 1.475,00 € per recupero credito da servizio pubbliche affissioni
- 18.797,21 € dalla Provincia di Cuneo per “diritto allo studio” e “trasporti pubblici”
- 13.126,33 € da entrate extra-tributarie di cui:

- 8.000,00 € da sanzioni emesse dall’ufficio tecnico
- 2.626,33 € da cimitero (entrate extra-tributarie)
- 2.500,00 € da IVA commerciale

- 6.000,00 € dal capitolo oneri di urbanizzazione

Il totale tra maggiori entrate / minori entrate rispetto al bilancio preventivo è quindi di 30.198,54 € in più.

L’Amministrazione Comunale ha deciso di utilizzare questa somma per

  • Coprire il maggiore costo del Segretario comunale a scavalco: 5.210,88 € (compenso)
  • Coprire il maggiore costo del Segretario comunale a scavalco (minore gettito dello Stato perché il Comune di Piasco non ha più un Segretario comunale proprio): 2.800,02 €
  • Manutenzione mezzo comunale (furgone cantoniere): 2.200,00 €
  • Maggiori spese per l’energia elettrica di edifici pubblici: 1.700,00 €
  • Investimenti in istruzione e diritto allo studio 8.142,44 € di cui:

- 300,00 € maggiore riscaldamento scuola media
- 1.000,00 € manutenzione scuola elementare
- 1.000,00 € manutenzione scuola media
- 277,94 € acquisto beni scuola media
- 150,00 € cedole librarie
- 5.414,50 € (non ci è stato fornito dettaglio)

  • Investimenti in sport e tempo libero: 5.600,00 € di cui:

- 4.400,00 € contributi a società sportive
- 1.200,00 € energia elettrica impianti sportivi

  • Investimenti in viabilità e infrastrutture stradali (quali non si sa): 4.932,88 € di cui:

- 2.000,00 € illuminazione pubblica
- 3.000,00 € manutenzione strade e piazze
- 67,12 € minore stanziamento per la segnaletica orizzontale

  • Diritti sociali, politiche sociali per la famiglia: 509,00 €
  • Minore costo assessori con contratto lavoro dipendente: 896,68 €

Avremmo voluto sapere maggiori dettagli su quali aree verdi e quali strade e piazze l’Amministrazione intende intervenire con queste somme, ma non ci è stata data possibilità di parola.

Come gruppo consiliare, ci siamo astenuti in fase di votazione.

DUP – Documento unico di programmazione periodo 2020 – 2022

Introduzione:

La Legge Italiana (art. 151 c. 1 D. Lgs. 267/2000) impone ai Comuni di presentare il DUP entro il 31 luglio di ogni anno e deliberare in merito al relativo bilancio di previsione entro il 31 dicembre di ogni anno.

Il bilancio deve essere elaborato secondo le linee strategiche contenute nel DUP.

Inoltre (art. 170 D. Lgs. 267/2000) impone alla Giunta Comunale di presentare il DUP al Consiglio Comunale entro il 31 luglio di ogni anno ed entro il 15 novembre di ogni anno la Giunta Comunale presenta al Consiglio Comunale la nota di aggiornamento del DUP.

Al bilancio di previsione annuale va allegata una relazione previsionale e programmatica che copra il triennio.

Il DUP costituisce la guida strategica ed operativa dell’ente: è importantissimo! Proprio perché dovrebbe indicare cosa ha intenzione di fare l’Amministrazione Comunale sia nel corso del suo mandato (sezione strategica che dura 5 anni) sia nel corso del primo triennio (sezione operativa).

Al suo interno si dovrebbero leggere le intenzioni concrete (Cosa si fa? Quando si fa? Come si copre la spesa? A quali progetti si vuole partecipare? Quali opere pubbliche intende avviare nel piano triennale? Quale piano biennale di acquisto beni e servizi intende sviluppare? …)

Cosa è successo in Consiglio Comunale:

Poco.

Il Sindaco e il suo gruppo consiliare hanno ritenuto sufficiente fare coincidere il foglio della campagna elettorale con il DUP. Non ci sono dettagli… tanti obiettivi ma nessuna opera concreta con cifre e tempistiche.

Come gruppo di minoranza, in fase di votazione ci siamo astenuti, perché a nostro avviso manca completamente la progettualità e si sta andando avanti a risolvere le emergenze man mano che emergono.

Abbiamo sottolineato che sarebbe necessario prevedere un piano di manutenzione ordinaria degli immobili di proprietà del Comune, anziché attendere che si presenti il problema (prevenire è meglio che curare) portando ad esempio la palestra comunale che negli ultimi 10 anni ha visto una scarsa manutenzione da parte della proprietà (Comune) e possiamo dire grazie solo ai volontari della Polisportiva Piaschese che a fatica tamponano le situazioni in emergenza. Non si può continuare così!

Abbiamo una struttura sportiva che ci invidia tutta la vallata, con oltre 300 atleti tesserati che la frequentano, …e noi la lasciamo deperire...

Approvazione convenzione per il servizio tesoreria comunale

E’ stato approvato il semplice schema di convenzione con cui il Comune dovrà indire l’appalto (procedura di gara) per aggiudicare ad un istituto di credito il “servizio tesoreria comunale”.

La tesoreria comunale è la Banca / Posta a cui il Comune affida la gestione finanziaria attraverso pagamenti, custodia e amministrazione di titoli e valori. Ad esempio incassa la tassa rifiuti, la Tasi, l’IMU, …

In fase di votazione abbiamo espresso parere favorevole.

Adesione al Sistema Interbibliotecario Regionale (facente capo al Comune di Fossano)

Questa è stata una bella sorpresa per noi: era uno dei nostri punti della Campagna elettorale di Piasco per Passione, e siamo ben contenti che la maggioranza abbia voluto prenderla in considerazione.

Di cosa si tratta:

La Regione Piemonte fin dal 1978 promuove le biblioteche e i sistemi bibliotecari in Piemonte.

Le biblioteche comunali che hanno aderito fino ad oggi, fanno parte di un “centro rete” che – per il nostro territorio – ha come riferimento capo il Comune di Fossano.

In Piemonte il Sistema Bibliotecario Nazionale è presente con 6 poli territoriali (Fossano è uno di questi).

In sintesi si tratta di catalogare su un particolare programma informatico tutti i libri della nostra biblioteca, che così entrerà a far parte di questa rete.

Semplicemente collegandosi da casa al sito internet http://www.librinlinea.it/search/public/appl/search.php chiunque potrà verificare in quale biblioteca si trova un certo libro, se è ancora disponibile (pallino verde) o se è già in uso (pallino rosso).

Alcuni di noi lo utilizzano da anni e funziona molto bene!

Finalmente si potrà fare questa ricerca anche per la biblioteca comunale di Piasco: un bel servizio per gli studenti e non solo.

Quanto costa al Comune? Solo 200 € all’anno.

Ovviamente abbiamo votato … FAVOREVOLI!

Unione Montana Valle Varaita – integrazione alle funzioni fondamentali comunali gestite in forma associata – trasferimento della funzione di progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali

In sintesi l’Unione Montana Valle Varaita ha chiesto ai Comuni della vallata se erano disposti a delegare all’Unione medesima la funzione relativa ai “servizi sociali”.

L’Amministrazione ha ritenuto opportuno confermare a livello di Unione Montana la partecipazione al Consorzio Monviso Solidale.

Questo dovrebbe comportare un’ottimizzazione dei costi e un miglior coordinamento tra i Comuni interessati.

Come gruppo di opposizione abbiamo chiesto chi – in questi anni – si è occupato dei servizi sociali a Piasco, se c’era un’assistente sociale di riferimento, …

Il Sindaco ci ha risposto che se n’è occupato direttamente lui (noi ci chiediamo: con quali competenze?)

Cos’è il Consorzio Monviso Solidale?

E’ un ente pubblico che coinvolge oltre 50 Comuni (saluzzese-saviglianese-fossanese) e che ha come obiettivo di fornire servizi ad anziani, minori, disabili e in generale alle persone in condizione di disagio sociale mediante:

  • l'assistenza sociale e domiciliare
  • l'educativa territoriale gli inserimenti lavorativi (S.I.L.)
  • gli inserimenti in strutture diurne e residenziali
  • gli affidamenti familiari secondo diverse modalità
  • il servizio di mediazione familiare

Approvato all’unanimità anche se abbiamo fatto rilevare che sarà necessario conoscere la persona delegata all’interno dell’Unione Montana per poterlo comunicare ad eventuali famiglie che si trovassero in condizioni di necessità.

P.E.C. – Piano edilizio convenzionato – proroga termine di validità

Forse non tutti sanno cos’è un P.E.C. di edilizia (da non confondere con la PEC della posta elettronica!).

Il Piano Esecutivo Convenzionato è un piano di iniziativa privata, il cui scopo è quello di permettere ai privati cittadini la trasformazione di ampie zone del territorio comunale (altrimenti vietata).

In questa sede non ci sono stati dati dettagli se non che si tratta della zona all’uscita di Piasco a ridosso della rotonda verso Rio Torto (nel piano regolatore sono indicate come zone 02RN01 e 02PN01):

Il 02.05.2007 il Comune di Piasco aveva sottoscritto una Convenzione Urbanistica conseguente ad impegni inerenti il P.E.C. con 3 ditte:

- Società Nuova Impresa Srl
- F.I.M. S.a.s.
- Allasina Sergio S.r.l.

Il termine di validità scadeva il 12.10.2019 (già prorogata una volta nel 2013).

Il progetto completo non è ancora stato portato a termine. Le 3 ditte il 06.09.2019 hanno chiesto al Comune di “monetizzare” la mancata realizzazione delle opere rimanenti e di dismettere alcune aree.

L’Amministrazione Comunale ha negato la possibilità di monetizzare la mancata realizzazione opere perché non previsto dall’attuale regolamento comunale, andando a proporre in alternativa la proroga del termine di validità portandolo al 12.10.2029.

In merito alla dismissione di alcune aree l’Amministrazione Comunale le ritiene ammissibili previo collaudo.

Approvato all’unanimità.

Nomine dei rappresentanti comunali nel BIM Varaita, BIM Po e Sala Polivalente Piasco

Il Sindaco ci ha comunicato di aver nominato come rappresentanti per il Comune di Piasco:

  • per il BIM Varaita il sig. Paolo Moro
  • per il BIM Po il sig. Giuseppe Artusio
  • per la Sala Polivalente Piasco il sig. Stefano Gherzino

Ne abbiamo preso atto.

Al termine del consiglio, avevamo alcune domande da porre al Sindaco e al suo gruppo consiliare. Abbiamo chiesto la parola e ci è stata negata, con uno scatto in piedi del Sindaco che uscendo (peraltro senza salutare i presenti e senza dichiarare chiuso il Consiglio Comunale) ha comunicato che non aveva tempo perché c’era una Giunta Comunale da affrontare.

Non ci sembra questo l’atteggiamento che un primo cittadino dovrebbe avere, né nei confronti dell’intero Consiglio Comunale né nei confronti dei cittadini presenti.

Ma così è stato.

Alla prossima.

Gruppo consiliare
Piasco per Passione