Tips & Tricks: utilizzare Telegram come cloud per lo Sport!

Tips & Tricks: utilizzare Telegram come cloud per lo Sport!

ErBoss88 per SportDigitale

Di servizi cloud a questo mondo ne esistono una miriade e ognuno di loro ha un'applicazione dedicata che vi permette di accedervi direttamente dal vostro smartphone, dal vostro tablet, PC attraverso un client dedicato o direttamente dal browser.

Tutti questi servizi però hanno sempre una lacuna:  lo spazio oppure gli strumenti messi a disposizione. Infatti, se andiamo a vedere in dettaglio, Google Drive ti offre 15 GB per utente/account, il secondo servizio più ricercato e utilizzato MEGA offre solo 50 GB, il servizio OneDrive a marchio Microsoft offre solo 5GB e Dropbox Basic (gratuito) offre solo 2 GB di spazio di archiviazione.

Non solo. Molto spesso questi servizi nella versione gratuita limitano un pochino la velocità di upload dei contenuti.

Allora cosa si può fare in questo caso?

Beh la risposta è semplice: utilizziamo direttamente Telegram e il nostro spazio infinito, dove l'unico limite è la dimensione massima per file che possiamo inviare, cioè 1.5GB

Non solo. Utilizzando Telegram come servizio di cloud, si ha la possibilità  di avere accesso a questi file da qualsiasi dispositivo, in qualsiasi momento e senza perdere neanche un bit. In più, come ben sapete, Telegram supporta archivi in formato .rar o .zip, tutte le tipologie di file multimediali e non solo: vi permette di inviare al proprio cloud anche immagini modificate attraverso un bot o attraverso l'editor integrato in questa applicazione (scopri il post dedicato a questo argomento).

Quindi come si attiva questo spazio Cloud?

In realtà non devi fare nulla, perché questo spazio si attiva non appena ti registri per la prima volta a Telegram. Infatti non appena cliccate sull'icona delle impostazioni oppure fate uno swipe sullo schermo da sinistra verso destra, nel menù delle impostazioni trovate la voce Messaggi Salvati:


Non dovete aver paura di mescolare i file, i link la musica o i media condivisi tra di loro, perché per trovarli nel vostro cloud avrete sempre due soluzioni: ricerca per tipologia o ricerca per nome.

Una volta aperta la chat, cliccate sul suo nome in alto, cioè Messaggi Salvati, per farvi comprendere meglio di che cosa sto parlando ecco la schermata che vi troverete davanti:

Successivamente cliccate su media condivisi e potrete scegliere di vedere i file condivisi (pdf, doc, excel, psd, etc), i link condivisi (tutti quei link inoltrati da altri canali oppure copiati e incollati direttamente all'interno del cloud personale) e la musica condivisa all'interno di questo cloud:

L'altra possibilità è andare a fare una ricerca direttamente per nome, infatti cliccando sui tre puntini vicino al nome della chat:

Vi compare un menù che tra le varie voci ha la voce Cerca:

Una volta scritto il termine o meglio il nome del file, avete la possibilità di risalire a quel file utilizzando il calendario oppure le frecce direzionali:

Conclusione:

Insomma non esiste servizio di cloud al mondo che gratuitamente ti offre un super motore di ricerca interno, la possibilità di inviare file di grosse dimensioni anche se utilizzi il piano gratuito, che ti permette di modificare le immagini grazie a un super editor di foto oppure grazie a un bot,  che ti permette di archiviare i link dei tuoi articoli o quelli scritti dai tuoi giornalisti sportivi preferiti e che ti permette di essere accessibile in qualsiasi momento da qualsiasi dispositivo.

Noi siamo giunti alla fine di questo tips & tricks dedicato a Telegram, vi diamo appuntamento alla prossima puntata. Nel mentre vi ricordiamo di seguirci sul nostro sito sportdigitale.com, sulla nostra pagina di Facebook, sul nostro profilo Twitter e nel canale Telegram dedicato.