Fatta la la legge....cambiato il vaccino

Fatta la la legge....cambiato il vaccino



Oggi facendo alcune ricerche abbiamo scoperto l'ennesimo scandalo! 

😡
Dopo l'approvazione della legge sull'obbligo vaccinale venerdi 28 luglio alla Camera, l'Agenzia italiana del Farmaco (AIFA) ha modificato il bugiardino del vaccino esavalente Hexyon. 
«E allora?» direte voi? 
Vediamo di capire.
L'esavalente Hexyon, in commercio in Italia è un vaccino sottoposto a monitoraggio addizionale (sorvegliato speciale), e non può essere utilizzato oltre i 24 mesi di vita. Così, chi non è in regola con l'obbligo della nuova legge e ha superato quella età non dovrebbe essere sottoposto a quel vaccino. 
Infatti sul sito dell'Agenzia Europea dei medicinali (EMA) a pag. 7 dell’RCP, il riassunto delle caratteristiche del prodotto (che non è il foglio illustrativo contenente le informazioni per l’utilizzatore…) è scritto:
"La sicurezza di Hexyon nei bambini di età superiore ai 24 mesi non è stata studiata in studi clinici". [1]
In altre parole, la casa farmaceutica (Sanofi Pasteur) ci sta dicendo che non ci sono studi sulla sicurezza di Hexyon nei bambini di età superiore ai 24 mesi. 

➡ Vedi foto 1 allegata al nostro post.


Così come non ci sono dati disponibili sulla a sicurezza e l’efficacia di Hexyon nei neonati di età inferiore alle 6 settimane (v. pagina 4), ovvero neonati ‘pretermine’ che devono essere vaccinati al compimento del 60 giorno di vita e quindi in base alla loro età cronologica e non in base all’età corretta.
Anche nel foglio illustrativo dell'Agenzia Italiana del farmaco AIFA 

➡ aggiornato al 10 GIUGNO 2016, alla seconda pagina “Che cos'è Hexyon e a che cosa serve” è scritto: "Hexyon viene somministrato ai bambini a partire da sei settimane fino a 24 mesi di età". [2] 

➡ Vedi foto 2 allegata al nostro post


E fin qui ci siamo.
Se però andiamo a consultare oggi la home page dell'AIFA e dalla banca dati farmaci e cerchiamo Hexyon, troviamo un nuovo foglio illustrativo 

➡ datato 29 LUGLIO 2017 dove alla seconda pagina “Che cos'è Hexyon e a che cosa serve” è scritto: "Hexyon viene somministrato ai bambini a partire da sei settimane di età" senza fare alcun riferimento all'età massima di somministrazione che è 24 mesi. [3]
Quindi, ricapitolando, anche se l'EMA e fino a ieri l’altro l'AIFA affermavano che non si poteva somministrare l'Hexyion ai bambini di età superiore a 24 mesi per assenza di studi clinici, il giorno successivo all’approvazione della legge sull'obbligo vaccinale (28 LUGLIO 2017), per non mettere in difficoltà le Asl nel “recupero” dell’immunità vaccinale dei bambini di età superiore ai 2 anni non in regola con l'obbligo, si consente la somministrazione di un vaccino in monitoraggio addizionale, senza studi clinici per quella fascia di età.
Ne consegue che il paziente cui fosse inoculato l'Hexyion fungerebbe sostanzialmente da cavia. 
Sia nel caso che abbia età inferiore a 24 mesi (essendo il farmaco in monitoraggio addizionale, ovvero farmaco ’sorvegliato speciale’ al fine di individuare nuove informazioni sulla sicurezza), ma soprattutto, nella fattispecie nel caso di età superiore ai 2 anni, non essendo disponibili nemmeno studi sulla sicurezza in questa fascia di età.
Probabilmente per non mettere in difficoltà le Asl nell’attenersi al decreto Lorenzin qualcuno ha pensato bene di risolvere il problema togliendo la scritta "La sicurezza di Hexyon nei bambini di età superiore ai 24 mesi non è stata studiata in studi clinici".
In verità gli “studi clinici” si faranno. A partire da adesso. Cavie per una sperimentazione di massa ne hanno a sufficienza. 

😡
Questo è quanto.
Questo fatto della sperimentazione di massa la fece già presente il professor Ivan Cavicchi (http://www.ilfattoquotidiano.it/blog/icavicchi), esperto di politiche sanitarie, [4] ne parlò anche in una audizione in Senato il senatore Romani. [5]

Nessuno vi ha prestato orecchio.

Abbiamo sentito più volte dire che «bisogna restare in campo scientifico», ma l’impressione che abbiamo avuto è che la scienza si sia messa al servizio per giustificare interessi politici, economici e personali. 

Per fare questo si sono cancellati gli effetti avversi dei vaccini, forse semplicemente per non dare adito ad effetti contraddittori sulle vaccinazioni… ma affermare questo vuol dire negare che ci sono persone che vivono quotidianamente sulla loro pelle il problema creato dalla vaccinazione, che è un qualcosa di più di una semplice ‘punturina’, così come leggiamo sui giornali o sentiamo dire in televisione…

---------------------------------

FONTI:

[1] EMA - ALLEGATO I – HEXYON RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

Hexyon sospensione iniettabile in siringa preriempita. Vaccino coniugato (adsorbito) contro difterite, tetano, pertosse (componente acellulare), epatite B (rDNA), poliomielite (inattivato) ed Haemophilus influenzae di tipo b.

A pagina 7, paragrafo 4.8 ‘effetti indesiderati’ al punto a: ‘riassunto del profilo di sicurezza’ si legge: 

"La sicurezza di Hexyon nei bambini di età superiore ai 24 mesi non è stata studiata in studi clinici".

http://www.ema.europa.eu/…/EPA…/human/002796/WC500145758.pdf

VEDI ANCHE:

RCP Hexyon 

➡ APRILE 2017 - Ausl di Modena: 

a pagina 4, paragrafo 4.8 ‘effetti indesiderati’ al punto a: ‘riassunto del profilo di sicurezza’ si legge: 

"La sicurezza di Hexyon nei bambini di età superiore ai 24 mesi non è stata studiata in studi clinici".

http://www.ausl.mo.it/…/e%252F9%25…/P/BLOB%3AID%3D6328/E/pdf.

[2] FOGLIO ILLUSTRATIVO

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016 – pagina 45

https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/…/servlet/PdfDownload…

[3] FOGLIO ILLUSTRATIVO

Documento reso disponibile da AIFA il 29 LUGLIO 2017 – pagina 36

https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/…/servlet/PdfDownload…

[4] PSICOSI VACCINI

Dopo che il professor Ivan Cavicchi (http://www.ilfattoquotidiano.it/blog/icavicchi), esperto di politiche sanitarie, ha spiegato che «mancano ricerche scientifiche sugli effetti collaterali di medio e lungo periodo», e dopo che ha avvisato che l’Italia, con 12 vaccini obbligatori, sarebbe stata «una specie di Paese sperimentale» e che il decreto Lorenzin «rischia di essere una sorta di ricerca scientifica di massa», Davide Faraone (Pd), Sottosegretario al Ministero della Salute, ha risposto: «Non credo che il fatto che l’Italia sia un Paese che sperimenta una obbligatorietà, anche su quel numero di vaccini, debba essere per forza considerato un fatto negativo».

Ora il punto non è il parere di Faraone che, per carità, è liberissimo di considerare negativo o meno tutto ciò che vuole. Il punto è che ha ammesso che i nostri figli saranno utilizzati come cavie dal Governo e dalle industrie del farmaco per un esperimento di massa di cui non si conoscono le conseguenze!

La Gabbia Open 28 giugno 2017 – Psicosi vaccini

VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=HbfJohAASrw

[5] Audizione in Senato 12 luglio 2017

Intervento del Dottor Maurizio Romani sul decreto Vaccini 

VIDEO: https://youtu.be/WYGKSKvOEM4