Cosa si mangia e non si mangia effettivamente con la Dieta Metabolica

Cosa si mangia e non si mangia effettivamente con la Dieta Metabolica

Diete per Dimagrire

Gli alimenti presenti nella lista dieta metabolica hanno un buon motivo per esserci. Sapere come funziona la dieta metabolica è un inizio, ma ci sono molti altri motivi dietro, poiché l'uomo moderno conosce gli effetti delle sostanze, mentre allora l'alimentazione era istintiva, in modo da mantenere viva la specie.

Oggi possiamo approfittare di queste esperienze.

Dieta Metabolica

Gli alimenti nella dieta del metabolismo concessi sono:

-    Carne, pesce, frutti di mare

-    Uova

-    Frutta

-    Noci e semi

-    Funghi

-    Verdura

-    Oli e grassi salutari

Pesce e carne

Questi alimenti sono delle grandi fonti di proteine, non ci piove, ma bisogna fare particolarmente attenzione alla provenienza, per non assumere delle sostanze nocive. Il pesce e i frutti di mare sono rinomati per essere fonte di acidi grassi omega-3. Appartengono a un'alimentazione sana e chi un tempo aveva accesso al mare poteva ritenersi fortunato. Ci si può dunque rivolgere spesso a questo alimento.

Ora si sente dire sempre più spesso che soprattutto la carne rossa sia tutto tranne che sana per l'uomo, e che addirittura possa provocare il cancro. Questo riguarda però soprattutto la carne lavorata come gli insaccati. Se consumati regolarmente in grandi quantità possono effettivamente innalzare il rischio di tumore all'intestino, perché spesso contengono i nitriti. Seguire la paleodieta non significa mangiare due volte al giorno gli insaccati, bensì procurarsi della carne non lavorata e di origine controllata.

Questo tipo di carne apporta amminoacidi e vitamine ed è quindi piena di sostanze sane. Le carni lavorate devono essere consumate con molta attenzione, mentre la carne pura deve essere mangiata, sempre però accompagnandola con verdure e altri alimenti importanti.

Funghi

Anche i funghi appartenevano allora all'alimentazione che andava cercando l'uomo della pietra. I funghi contengono poche calorie e allo stesso tempo una forma importante di carboidrati: al posto dell'amido contengono la mannite, un tipo di zucchero che è soprattutto adatto per i diabetici. Grazie al loro elevato contenuto di fibre, sono molto importanti per la digestione. Durante la paleodieta puoi dunque consumare volentieri i funghi. Oltre ai più conosciuti champignons e i finferli, nei supermercati asiatici si trova una buona scelta di specie meno conosciute come lo shiitake e il mu-err.

Noci e semi

Nelle noci si trovano sostanze preziose: vitamine B e E, microelementi e minerali, oltre che alle fibre e proteine. Le noci sono un alimento naturale, e per questo importanti. Tuttavia non si deve esagerare con le quantità. La maggior parte delle noci contiene una presenza eccessiva di acidi grassi omega-6 e 3 e possono contribuire con il tempo a prendere peso. Una manciata di noci al giorno va benissimo.

Fai attenzione: le arachidi non appartengono alla famiglia delle noci. In realtà le arachidi sono dei legumi.

Per questo motivo dovete rinunciarvi durante la paleodieta.

Frutta

La frutta non viene vista di buon occhio da alcune diete. Questo è uno dei motivi per limitarne il consumo ma comunque non rinunciarvi completamente. Molta frutta contiene vitamine preziose e anche fibre e appartiene definitivamente a un'alimentazione equilibrata.


Anche nei tempi antichi la frutta era inclusa nell'alimentazione dell'uomo ma non trattata. Oggi al supermercato si trova qualsiasi tipo di frutta in qualsiasi periodo dell'anno, indipendentemente dal suo tasso esotico.

Per fare questo, la frutta deve essere trasportata per lunghe distanze e spesso trattata con i pesticidi. Chi vuole veramente includere la frutta nella detox dieta deve procurarsi un calendario delle stagioni per la frutta. Qui potrai vedere chiaramente quale frutto cresce veramente nel tuo paese e può essere comprato a livello regionale. L'uomo di una volta si trovava nella stessa situazione: le varietà di frutta erano a disposizione per un po' di tempo e poi non lo erano più.

Cerca di fare la stessa cosa.

Consigliamo soprattutto le bacche, che contengono poco zucchero rispetto ad altra frutta e presentano quindi più fibre. In più sono delle vere bombe di vitamine. I mirtilli per esempio hanno un elevato tasso di antiossidanti. Le bacche sono uno snack ideale e sono facili da utilizzare con il muesli, le insalate e i frullati.